Occhio ai ladri fuori dai supermercati: ecco come agiscono

Ferrara: razzie ai danni delle clienti all’esterno di alcuni centri commerciali: “Sono velocissimi, attirano l’attenzione e non hai più la borsa”. I malviventi colpiscono anche i furgoni per depredare gli attrezzi. In dieci giorni nove donne derubate e sei auto svaligiate

Un addetto di Securfox controlla il parcheggio e aiuta i clienti con i carrelli

Un addetto di Securfox controlla il parcheggio e aiuta i clienti con i carrelli

Ferrara, 19 febbraio 2024 – “Il momento più brutto è quando vedi una sagoma che si allontana con la tua borsetta e capisci che ormai è troppo tardi”.

Paola ha 62 anni e da anni fa la spesa al centro commerciale ’il Castello’. È reduce da un furto appena subito e un po’ si vergogna: “Ero appena entrata in auto nel posteggio dell’Ipercoop in via Bologna. A questo punto, si è avvicinato un ragazzo e sembrava gentile. Ho abbassato il finestrino dell’auto e ho capito che mi stava prendendo in giro, ma invece di allontanarlo l’ho ascoltato. E qui è stato il mio errore: dall’altra parte, c’era il suo complice che ha aperto la portiera dal lato passeggero ed è scappato con la borsetta. Spero almeno di ritrovare i documenti”.

Una speranza che la accomuna a tante donne che nelle ultime settimana hanno vissuto la stessa disavventura. Nel parcheggio del ’Castello’ e in quello dell’IperTosano, in via Diamantina, le segnalazioni sono diventate diverse.

Puoi incappare nei ladri più tradizionali che aprono le auto arraffando quello che trovano.

Ci sono poi gli specialisti che puntano alle chiavi di casa deposte nel portaoggetti sapendo che con quelle il colpo grosso è assicurato. E subito dopo infatti si precipitano verso gli appartamenti incustoditi a fare razzie di gioielli e denaro.

E infine, più recenti, i borseggiatori che distraggono la donna di turno, che ha appena fatto la spesa, mentre un complice apre la portiera dalla parte del passeggero e ruba la borsetta.

Già, nel parcheggio del centro commerciale ’Il Castello’, la voce tra addetti ai lavori e clienti ha iniziato a circolare: “In questo parcheggio svaligiano le auto in sosta”, Giuseppe di Pontelagoscuro suda freddo. Ha appena spento il motore della sua macchina formato famiglia, piena zeppa di vestiti, borse, oggetti in bella vista che potrebbero attirare l’attenzione di qualche malintenzionato. Del resto i posteggi in generale sono noti come zone appetitose per i ladri. Nel weekend ancor di più.

I ladri si spostano continuamente: dopo aver derubato sei donne all’IperTosano ora agiscono in via Bologna. Qui altre tre signore sono state borseggiate negli ultimi sette giorni. I numeri delle vittime, però, andrebbero ritoccati al rialzo: spesso, infatti, se il furto non è considerevole, c’è chi non denuncia, pensando di evitare un’ulteriore seccatura.

L’escalation di razzie non ha riguardato soltanto le borsette.

I ladri hanno depredato anche auto e furgoni di professionisti carichi di attrezzi. Soltanto l’altro giorno gli gli addetti di Coopservice coadiuvati da Securfox, hanno sventato un furto ai danni di commerciante. Il ladro aveva già aperto il furgone, ma è stato disturbato dagli addetti con la pettorina arancione.

Il nuovo sistema di controlli, infatti, prevede ronde in bicicletta da parte di Coopservice e Securfox. Gli addetti sulle due ruote riescono a coprire velocemente l’intero parcheggio al centro commerciale ’Il Castello’.

In questo modo negli ultimi giorni, le razzie sono drasticamente diminuite.

Il sospetto è che dietro le auto depredate e le donne borseggiate ci sia una banda specializzata in questo genere di colpi. Alcuni soggetti sono già stati avvistati diversi volte, ma sembrano imprendibili.

Non solo. Sono anche molto ingegnosi, perché all’ultima donna borseggiata hanno bucato una gomma e, quando la signora si è abbassata per controllare, la pochette è sparita in un attimo.