La stretta di mano tra Joe Tacopina e Simone Colombarini
La stretta di mano tra Joe Tacopina e Simone Colombarini
La stretta di mano tra Simone Colombarini e Joe Tacopina allo stadio Mazza sancisce di fatto il passaggio di consegne al vertice della Spal. Come previsto, ieri mattina l’avvocato di New York è arrivato nella nostra città per incontrare il patron, che otto anni fa assieme al presidente Mattioli intraprese una fantastica avventura che lo ha portato a raggiungere i massimi livelli del calcio italiano. L’incontro tra Colombarini e Tacopina è stato positivo,...

La stretta di mano tra Simone Colombarini e Joe Tacopina allo stadio Mazza sancisce di fatto il passaggio di consegne al vertice della Spal. Come previsto, ieri mattina l’avvocato di New York è arrivato nella nostra città per incontrare il patron, che otto anni fa assieme al presidente Mattioli intraprese una fantastica avventura che lo ha portato a raggiungere i massimi livelli del calcio italiano. L’incontro tra Colombarini e Tacopina è stato positivo, tanto che nel pomeriggio sul sito ufficiale della Spal è stato pubblicato un comunicato che lascia pochi dubbi sul fatto che tra un mesetto il club biancazzurro avrà una nuova proprietà. "La società Spal comunica che a seguito dei contatti avvenuti nei giorni scorsi tra l’attuale proprietà e il gruppo guidato dall’avvocato Joe Tacopina, è stato trovato un accordo che porterà alla sottoscrizione di contratto preliminare nei prossimi giorni – recita la nota –. Al contratto preliminare, farà seguito un periodo di due diligence finalizzato al passaggio di quote entro la prima decade di agosto". Per motivi tecnici, la firma sul contratto preliminare slitta di qualche giorno, ma sulla strada che porta Tacopina sulla poltrona più importante del centro sportivo Gibì Fabbri non ci sono più ostacoli. Entro il 10 agosto quindi è previsto il fatidico ‘closing’. Ovviamente l’avvocato italo-americano sarà affiancato da una serie di investitori e qualche uomo di fiducia, a partire dal braccio destro Dante Scibilia che nelle ultime settimane ha recitato un ruolo centrale.

Tacopina è stato avvistato a pranzo assieme a Valoti: la loro foto ha fatto il giro dei telefoni di migliaia di tifosi spallini. In realtà, appare molto difficile che il centrocampista possa restare a Ferrara, anzi l’attuale proprietà aspetta soltanto una proposta soddisfacente per lasciarlo partire. Cosa bisogna aspettarsi da Tacopina? L’ex presidente di Bologna e Venezia ha progetti ambiziosi per la Spal, che vuole riportare in serie A. Difficilmente potrà riuscirci al primo colpo, considerando che i biancazzurri partono in ritardo rispetto alle rivali. In ogni caso, il tempo per fare una buona campagna acquisti non manca, e nelle prossime settimane capiremo se la Spal dovrà accontentarsi di una salvezza tranquilla oppure potrà puntare senza paura ai playoff.

Stefano Manfredini