Quotidiano Nazionale logo
1 mar 2022

Conti, mezzofondo di gioia: "Volevo vincere"

Ai campionati italiani di Ancona, l’atleta della Sacmi Avis è arrivato secondo con qualche rimpianto: "Ora mi riposo poi i grandi eventi"

Francesco Conti. è salito sul secondo gradino del podio (1’48’’79), nell’ambito dei campionati italiani indoor Assoluti disputati lo scorso fine settimana, ad Ancona
Francesco Conti. è salito sul secondo gradino del podio (1’48’’79), nell’ambito dei campionati italiani indoor Assoluti disputati lo scorso fine settimana, ad Ancona
Francesco Conti. è salito sul secondo gradino del podio (1’48’’79), nell’ambito dei campionati italiani indoor Assoluti disputati lo scorso fine settimana, ad Ancona

"Non sono proprio deluso ma la soddisfazione non è tanta. Alla vigilia pensavo di poter puntare al successo anche se i miei avversari, quello che ha vinto e l’altro che è arrivato terzo, sulla carta potrebbero essere più forti di me". Francesco Conti, mezzofondista dell’Atletica Imola Sacmi Avis, fa il bilancio della sua gara, gli 800 metri, in cui è salito sul secondo gradino del podio (1’48’’79), nell’ambito dei campionati italiani indoor Assoluti che si sono disputati, nello scorso fine settimana, ad Ancona. "Avrei potuto ambire al primo posto ma ho interpretato malissimo la gare. Alla partenza mi sono piazzato in una posizione sbagliata che mi ha condizionato nella continuazione della corsa. Per rimettermi a posto dovevo effettuare uno scatto notevole perdendo energie nel finale. Avrei potuto esprimermi molto meglio, mi pare di non aver dato tutto anche se si tratta del mio miglior piazzamento". L’allievo di Vittorio Ercolani scendeva in pista come uno dei tre favoriti, avendo il secondo tempo tra gli iscritti e aveva già battuto il campione uscente Simone Barontini. La gara è stata tattica, con un passaggio ai 400 metri in 54’’4 che ha visto tutti i corridori appaiati, ma a 300 metri dalla termone il beniamino di casa Barontini ha attaccato ma Conti e Catalin Tecuceanu sono andati a giocarsi i primi tre posti con l’imolese che ha corso una curva in seconda corsia per portarsi dietro al 22enne di origine rumena, atleta da 1’44’’, che ha ottenuto la cittadinanza italiana questo inverno. Tecuceanu ha aperto il gas negli ultimi 100 metri e Conti ha aspettato l’ultimo rettilineo per sorpassare Barontini conquistando la medaglia d’argento, confermandosi ai vertici della specialità anche nella categoria assoluta dopo i titoli italiani di categoria, con un po’ di rammarico per essere stato imbottigliato nelle fasi iniziali. "Ha fatto una ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?