Caldo africano nelle Marche, su le temperature: quali sono le città da ‘bollino rosso’

Temperature percepite fino a 40 gradi centigradi. Una scia di condizioni meteo roventi, dopo due giornate già "surriscaldate"

Previsioni meteo e caldo nelle Marche: 12 luglio 2023

Previsioni meteo e caldo nelle Marche: 12 luglio 2023

Ancona, 11 luglio 2023 – Marche con caldo “da bollino rosso per almeno altri due giorni. Anche domani, mercoledì 12 luglio, e dopo domani, giovedì 13, persisteranno temperature infuocate, tanto che in regione “resisterà” il livello arancione dichiarato dalla Protezione civile regionale. L'ultimo bollettino risale a ieri e, ovviamente, funge da monito per bambini, fragili e anziani, ma più in generale per tutta la popolazione.

Allerta caldo di livello arancione: cos’è

La giornata odierna è caratterizzata dal livello 2 (arancione), per il quale è prevista l'allerta dei servizi sanitari e sociali in conseguenza della previsione di “temperature e condizioni meteorologiche a rischio in particolare per i sottosistemi di persone suscettibili”. Poco fa, alle 14, a Fabriano è stato registrato il picco di gradi centigradi nei termostati (37°). Nei capoluoghi provinciali ad Ancona e Pesaro temperature sui 33° (percepita rispettivamente 38° e 37°), ad Ascoli Piceno e Fermo 35° (percepita 38°) e Macerata 36° (percepita 39°).

Due città in rosso: Fabriano e Pesaro

Non andrà meglio domani, affatto. A Fabriano verranno registrati 36°, mentre a Pesaro addirittura 37° (con una percepita di 40°). Una sentenza che spedirà le due città in fascia rossa per l'ondata di calore che equivale a “condizioni meteorologiche a rischio persistono per tre o più giorni consecutivi”. Le altre città: Ancona 34° (38°); Ascoli Piceno 36° (37°); Fermo 34° (36°); Macerata 36° (38°). Insomma, il caldo continuerà a fare da padrone anche nei prossimi giorni e, secondo le previsioni degli esperti, terrà compagnia ai marchigiani fino all'inizio della prossima settimana. Sono gli effetti dell'alta pressione che si stanno riflettendo su tutta Italia, portando un clima sereno ma inevitabilmente "surriscaldato".

Dalle informazioni raccolte, in attesa dell'ulteriore aggiornamento degli esperti della Protezione civile del Centro funzionale multirischi, giovedì sarà la giornata più intensa, con tutta la regione prossima a colorarsi di rosso. Come anticipato, non tanto per le temperature (certo, roventi) che si manterranno grosso modo stabili o addirittura in discesa, quanto più per il protrarsi di condizioni meteorologiche “di fuoco” che appunto richiederanno la massima cautela, soprattutto alle fasce più esposte a rischi.

Le norme di comportamento da adottare sono sempre valide, buone per tutte le estati, quali ad esempio idratarsi frequentemente ed adeguatamente, alimentarsi con frutta e verdura fresche, evitare di uscire e non fare attività fisica nelle ore più calde della giornata.