Caldo, il peggio deve ancora venire. Il picco è atteso oggi e giovedì

In provincia di Ravenna il picco è stato raggiunto a Faenza con 37.3°. L’esperto: "La settimana prossima una seconda ondata"

Ravenna, 11 luglio 2023 – Stando agli addetti ai lavori, i suoi maggiori effetti li avvertiremo nei prossimi giorni, ma già da domenica scorsa l’attuale ondata di aria di origine subtropicale sembra davvero voler fare sul serio. "In effetti – osserva il tecnico meteorologo Roberto Ghiselli – anche in tutta la provincia di Ravenna sono attesi giorni decisamente caldi, con temperature massime che nell’entroterra e in particolare mercoledì (oggi, ndr ), nell’eventualità di concomitanti venti di garbino potrebbero sfiorare i 40°.

Approfondisci:

Caldo africano, Bologna da bollino rosso: quali sono i giorni più roventi

Caldo africano, Bologna da bollino rosso: quali sono i giorni più roventi
Caldo, il peggio deve ancora venire. A Ravenna la massima è stata di 34°. La performance ’migliore’ a Pinarella con 29°
Caldo, il peggio deve ancora venire. A Ravenna la massima è stata di 34°. La performance ’migliore’ a Pinarella con 29°
Approfondisci:

Ozono, superata la soglia a Bologna e Modena: cosa significa

Ozono, superata la soglia a Bologna e Modena: cosa significa

La rovente massa d’aria proveniente dal nordafrica, nell’attraversare il Mediterraneo si umidificherà ulteriormente, arrecando forte disagio bioclimatico. Le ore ‘peggiori’ saranno quelle notturne quando, in concomitanza di temperature minime abbondantemente sopra i 20 gradi, i centri urbani si trasformeranno in enormi sudari". Intanto ieri a registrare in provincia le temperature più elevate è stata un’ampia compresa tra il faentino e la Bassa Romagna.

Approfondisci:

Come combattere il caldo: consigli utili per affrontare l’estate 2023

Come combattere il caldo: consigli utili per affrontare l’estate 2023

"A Faenza la colonnina di mercurio dell’osservatorio ‘Torricelli’ nella prima parte del pomeriggio è salita fino a 37.3 gradi. Massime elevate anche a Cotignola, a Fognano, a Solarolo e a Castel Bolognese, dove si sono rispettivamente registrati 36.8, 36.2, 36.1 e 35.9 gradi. Valori di tutto rispetto anche a Lavezzola con 35.8 gradi, San Bernardino di Lugo (35.6°), Sant’Agata sul Santerno (35.4°), Russi (35.1°), Lugo (35°), Granarolo Faentino e Bizzuno (34.9°), San Cassiano sul Lamone (34.7°), Voltana (34.6°), Alfonsine e Fusignano (34.3°) e Ravenna (34°). Qualche grado in meno a Fosso Ghiaia con 32°, Monteromano di Brisighella (31.1° a 767 metri di altezza), Punta Marina 30.7°, Marina di Ravenna 30.4°, Cervia 30.1° e Pinarella 29.8°. Nel caso del faentino e del lughese si tratta di valori di 5/7 gradi sopra la media di riferimento (1981-2010) del periodo".

Approfondisci:

Caldo record in Emilia Romagna, scatta l’allerta meteo: dove e quando

Caldo record in Emilia Romagna, scatta l’allerta meteo: dove e quando

Ghiselli spiega che "l’apice della prima ondata di calore" dovrebbe registrarsi tra oggi e giovedì. Un lieve calo termico è atteso fra venerdì e sabato, mentre la prossima settimana è attesa "una seconda ed ancor più intensa ondata di calore".