Erik Lavacchielli e Bruno Barbieri
Erik Lavacchielli e Bruno Barbieri

Pavullo (Modena), 7 agosto 2020 - Una promettente stella della gastronomia da ieri brilla di luce propria. I menu del Bistrot Fourghetti di Bologna saranno firmati da un pavullese che ha già fatto parlare di sè grazie alle sue capacità straordinarie ai fornelli. E’ Erik Lavacchielli, 28 anni, uscito a pieni voti dalla scuola alberghiera e di ristorazione di Serramazzoni, a compiere il grande salto. Dopo quattro anni al fianco dello chef stellato Bruno Barbieri, sarà lui a guidare ora l’affermato ristorante bolognese. L’annuncio del passaggio del testimone lo ha dato lo stesso Barbieri con un simpatico video diffuso sui social.

Leggi anche Bruno Barbieri lascia il ristorante Fourghetti

"Io ricomincerò tutto da capo, nuove storie, nuove avventure – ha esordito lo chef –. Oggi succederà una cosa veramente speciale, che non si aspetta nessuno: comunicherò a uno dei componenti della brigata di cucina che sarà lui a firmare i menu, a prendere in mano le redini di questo meraviglioso bistrot, un momento splendido per un ragazzo che ha dato tanto". E poi una raccomandazione: "Devi cucinare come sei tu, dentro a un piatto deve esserci il tuo io. Non mollare mai, è il tuo momento. Oggi si chiude un capitolo della mia storia e se ne apre un altro per un giovane e brillante chef pieno di talento e di passione". Erik, al fianco di Barbieri, ha comunicato ai colleghi della cucina il suo balzo professionale ed è seguito un applauso.

"Sono contento – ha commentato – ora ho il mio ristorante dove posso firmare i miei menu, ringrazio lo chef Barbieri per l’opportunità, per ciò che ha fatto per me negli anni, per quello che mi ha insegnato e trasmesso. Cercherò di mettere nei piatti il mio io, come dice lui, e di raccontare una storia della cucina italiana e della mia esperienza".

Quella di Fourghetti è una cucina tipica e tradizionale che strizza l’occhio alla ricerca, alla sperimentazione e alla creatività per far conoscere nuovi gusti e nuovi sapori. Erik ha le idee chiare sulla linea da seguire. "Nei menu resteranno alcuni piatti simbolo del percorso fatto insieme a Barbieri. Non intendo rivoluzionare il ristorante, ma mantenerne la tradizione. Inserirò alcuni piatti nuovi, oltre a un menu degustazione con piatti miei e dello chef, un omaggio a quello che abbiamo fatto assieme".

Quindi, grande soddisfazione da parte di questo giovane chef partito dal nostro Appennino, divenuto il numero uno di un ristorante che non ha bisogno di presentazioni. "Sono orgoglioso di lui" dice Barbieri mentre sui social tantissimi i complimenti a Lavacchielli. Lo chef Bruno Barbieri, che ha conosciuto Erik a Londra, aveva da subito compreso il suo talento.

E ora lo ha premiato. "Avrò più responsabilità – dice Erik –. Sono felice. Lavori tanto nelle cucine, tutti i giorni, e, se ci credi, le soddisfazioni arrivano. Sabato andiamo in ferie e, al rientro, il 26 agosto, i menu saranno firmati dal sottoscritto. Dopo questo periodo difficile di Covid spero che non manchino soddisfazioni personali, dei clienti e delle persone che lavorano con me".