Raid notturno in pizzeria. Presi tutti i soldi in cassa

Cavezzo, l’azione fulminea al ristorante ’Motta 363’ entrando dalla finestra. Dalle telecamere si vedono due uomini a volto coperto: indagini in corso.

Raid notturno in pizzeria. Presi tutti i soldi in cassa

Le immagini delle telecamere hanno inquadrato gli autori del blitz in pizzeria

Rubato da una coppia di ladri, nella notte tra venerdì e sabato, l’intero incasso della giornata al ristorante "pizzeria Motta 363" nella frazione di Motta a Cavezzo. Fulmineo il colpo, ad opera di due malviventi, che hanno agito in meno di tre minuti. Solo uno dei lestofanti s’è introdotto nel locale, aiutato da un complice rimasto all’esterno che, dopo aver forzato una finestra laterale alle 3,12 innescando l’allarme collegato con l’istituto di vigilanza La Patria, è uscito dalla porta di sicurezza della sala pranzo appena mezzo minuto dopo le 3,14.

Il ladro, celato in volto da un fazzoletto stile cow-boy, s’è ricongiunto al compare incappucciato che, facendo il palo, l’attendeva fuori mascherato con lo zaino nero, contenente gli attrezzi da scasso usati per forzare la finestra, in spalla.

Il duo con calma è ripartito a piedi in direzione del bar Del Ponte sulla via Cavour dove, probabilmente, un terzo partecipante li attendeva su un veicolo. La banda favorita dal buio e della fitta cappa di nebbia, ha facilmente fatto perdere le tracce. I video hanno chiarito la dinamica del colpo.

Penetrato nel ristorante dalla finestra, il ladro, facendo un veloce zig-zag tra i tavoli della sala in modo spedito e sicuro, ha puntato dritto il bancone con il registratore di cassa. Fracassato il cassetto ha pescato a piene mani, portandole via, tutte le banconote e monete che accoglieva.

Sul posto primo a giungere alle 3,19, avvisato dal proprietario del locale con l’allarme collegato al cellulare, uno dei dipendenti residente in zona seguito dai vigilantes e, successivamente, dai carabinieri. " Ho in gestione il ristorante – ricorda il titolare Silvio Corrao – solamente dal 6 gennaio di quest’anno. Questa è la prima volta che subiamo furti. Purtroppo il contante era rimasto nel cassetto del registratore di cassa e potrò quantificare l’ammanco solo dopo le verifiche. Sul posto sono intervenuti – precisa Silvio – i carabinieri di San Prospero, a cui abbiamo consegnato tutte le registrazioni video interne ed esterne al locale".

Dalla visione dei filmati pare che i fuggiaschi abbiano volutamente lasciato l’auto, con cui sono arrivati al ristorante, in sosta sul parcheggio per poi tornare, a ripigliare, successivamente la vettura.

Le telecamere di sorveglianza del comune, gestite dalla polizia municipale, coprono l’ingresso e l’uscita del parcheggio e tutta la viabilità della frazione di Motta e, quindi, risultare utili ad identificare gli autori del furto. Flavio Viani