FRA i biancorossi rientrati dai prestiti sicuramente uno dei più attesi già dal raduno di sabato è Samuele Maurizi, mezz’ala con spiccate doti offensive classe ’95. Il Carpi lo ha preso nell’estate del 2017 dai laziali dell’Audace (squadra di Genazzano) in Eccellenza con cui aveva segnato 14 reti e nelle ultime due stagioni lo ha lasciato in prestito a maturare in C alla Fermana....

FRA i biancorossi rientrati dai prestiti sicuramente uno dei più attesi già dal raduno di sabato è Samuele Maurizi, mezz’ala con spiccate doti offensive classe ’95. Il Carpi lo ha preso nell’estate del 2017 dai laziali dell’Audace (squadra di Genazzano) in Eccellenza con cui aveva segnato 14 reti e nelle ultime due stagioni lo ha lasciato in prestito a maturare in C alla Fermana. Dopo un buon debutto nel primo anno (21 gare, anche se solo 7 da titolare), il centrocampista romano l’anno scorso ha messo insieme 33 gettoni fra campionato (dove ha anche segnato 3 reti), playoff e Coppa, di cui ben 21 da titolare, fermato solo per un mese e mezzo da un infortunio al ginocchio, che lo ha costretto a marzo a operarsi per la rimozione di un flap meniscale, anche se poi è rientrato per il finale di stagione e la sfida playoff col Monza. Maurizi ha altri 3 anni di contratto col Carpi e la società biancorossa punta forte su di lui. «Il Carpi ha fatto bene in A e viene da tante stagioni in B - ha spiegato nei giorni scorsi - Mi sento pronto per dire la mia in una società blasonata e per confermarmi in categoria. A Fermo ho fatto due anni molto belli. I soli 3 gol? Tra l’altro li ho fatti quando ho giocato da mezz’ala e non da attaccante, probabilmente inserendomi da dietro sono riuscito a essere più incisivo. Da interno di centrocampo, nonostante nasca attaccante, ho dato il meglio». Intanto il Carpi attende l’ufficialità del passaggio di Colombi al Parma per poter tesserare sia mister Riolfo che il suo staff. In uscita può essere che tutti i «big», anche Sabbione vicinissimo al Bari, siano presenti sabato mattina visto che la chiusura dell’affare con i pugliesi è fissata solo per la prossima settimana.

LUTTO. Si è spento vinto dalla malattia Giuseppe «birtles» Bertolani, 57enne storico tifoso biancorosso da una vita presente in curva Bertesi-Siligardi. Alla famiglia le condoglianze del Carlino Modena.

Davide Setti