Carpi

SONO 25 i giocatori che al momento fanno parte del parco giocatori di proprietà del Carpi e sui quali sarà fondata almeno all’inizio la squadra che parteciperà alla Serie C. Undici di questi sono i reduci dalla retrocessione in B (Colombi, Poli, Pachonik, Pezzi, Sabbione, Concas, Jelenic, Saric, Piscitella, Arrighini e Vano), ma molti potrebbero salutare anche prima del raduno, visto che ci sono trattative aperte: le ultime sono quella dall’Ascoli per Colombi e quella ribadita dal Cosenza per Sabbione. Gli altri 14 sono i rientri dai prestiti che torneranno alla base, anche se per alcuni l’esito di playoff e playout di C che si giocano nelle prossime ore sarà decisivo dal punto di vista contrattuale: il Trapani (atteso dal Catania nella semifinale playoff) ha infatti l’obbligo di riscatto per Nzola in caso di promozione in B, l’Imolese (pure in semifinale ma col Piacenza) vanta un diritto di riscatto su Saber, mentre il prestito anche per il prossimo anno di Giorico alla Virtus Vecomp vale solo se i veronesi si salvassero ai playout col Rimini. Nel gruppo biancorosso non ci sarà Reno Wilmots, arrivato a fine agosto da svincolato con un contratto fino al 2020 con opzione fino al 2021: il centrocampista belga ha infatti accorciato fino al 2019 già nei mesi scorsi e al 30 giugno sarà libero.

d.s.