Quotidiano Nazionale logo
22 mar 2022

Minesso e Scarsella da record, sono loro i veri bomber gialloblù

L’esultanza incontenibile di Scarsella, realizzatore del terzo gol del Modena contro il Pesaro, gol che ha fissato il risultato sul 3-0 (fotofiocchi)
L’esultanza incontenibile di Scarsella, realizzatore del terzo gol del Modena contro il Pesaro, gol che ha fissato il risultato sul 3-0 (fotofiocchi)
L’esultanza incontenibile di Scarsella, realizzatore del terzo gol del Modena contro il Pesaro, gol che ha fissato il risultato sul 3-0 (fotofiocchi)

Ad inizio stagione le scommesse sui bomber canarini erano aperte e, forse, in pochi avrebbero scommesso con fermezza su quelli che invece oggi guardano tutti dall’alto della classifica dei cannonieri della squadra di Tesser. Nel loro piccolo (che poi tanto piccolo non è), anche Minesso e Scarsella stanno raggiungendo numeri importanti e scrivendo record.

A quota 11 in campionato, i due sono la fonte principale delle realizzazioni canarini, più di un terzo delle marcature totali (59) arrivano dai piedi e dalle teste dei calciatori sui quali Tesser sta puntando con convinzione. Dalle teste, si diceva. Minesso ha realizzato a Pesaro il suo secondo gol consecutivo con un colpo di testa (dopo quello di Carrara) e Scarsella non segnava da un mese, da un altro colpo di testa al Montevarchi, prima di incornare alla perfezione quel cross di Mosti. Le11 reti in campionato (14 comprese quelle di Coppa) di Minesso rappresentano per lui la miglior stagione della carriera. Mai, dal suo esordio in B del 2010 a Vicenza, l’attaccante aveva segnato così tanto, solo a Bassano nella stagione 1617 era riuscito a segnare 10 reti in 37 presenze. Oltre ad essere la rivelazione dell’attacco modenese, questo è anche il miglior Minesso mai visto, migliore anche di quello che l’anno scorso ha contribuito con 9 reti alla promozione del Perugia e questo potrebbe essere segnale piuttosto interessante da interpretare. Non è ancora il miglior Scarsella, invece, ma ci siamo quasi. Il centrocampista ha messo nel mirino le 13 reti realizzate in campionato con la Feralpi un anno fa e ha nel frattempo eguagliato i numeri della stagione 1819 sempre in riva al Garda, quando aveva segnato 11 gol in 36 partite. Quella modenese è al momento la seconda miglior stagione della sua carriera e non è ancora finita, così come non smetterà di stupire per quella straordinaria capacità di apparire all’improvviso in area di rigore avversaria. Nella cooperativa del gol canarina (sono 14 i marcatori) spiccano Minesso e Scarsella. Uomini decisivi e che stanno scrivendo record personali, nella stagione dei record di squadra.

Alessandro Troncone

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?