Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
10 lug 2022
alessandro trebbi
Sport
10 lug 2022

Rinaldi si riprende Modena "Torno a casa, il massimo"

Volley, sarà il giovane schiacciatore in orbita Nazionale ad affiancare Ngapeth "Giocherò nel palazzetto più bello di tutti e insieme a grandissimi campioni"

10 lug 2022
alessandro trebbi
Sport
Lo schiacciatore Tommaso Rinaldi ha 21 anni e gioca in Nazionale
Lo schiacciatore Tommaso Rinaldi ha 21 anni e gioca in Nazionale
Lo schiacciatore Tommaso Rinaldi ha 21 anni e gioca in Nazionale
Lo schiacciatore Tommaso Rinaldi ha 21 anni e gioca in Nazionale
Lo schiacciatore Tommaso Rinaldi ha 21 anni e gioca in Nazionale
Lo schiacciatore Tommaso Rinaldi ha 21 anni e gioca in Nazionale

di Alessandro Trebbi

Un ritorno a casa che sa di costruzione, di progetto giovane, cui la speranza è che possano affiancarsi nuovi acquisti in grado di dare a Modena Volley una prospettiva di lungo corso e di belle speranze. Tommaso Rinaldi (2001) tornerà a vestire la casacca giallobù nella prossima stagione e, stando alle parole del comunicato ufficiale, lo farà da titolare affiancando Earvin Ngapeth. Messaggio doppio, che significa una grande scommessa sul figlio di Pietro ma anche che probabilmente sul mercato Modena non ha trovato altri elementi utili a creare concorrenza nel ruolo, almeno non fino a oggi. Dopo l’esperienza al PalaPanini nell’anno 202021, nella quale lo schiacciatore della Nazionale si sarebbe però atteso più spazio, e la stagione passata in Superlega a Cisterna crescendo esponenzialmente da un punto di vista del minutaggio in campo e dell’esperienza, Rinaldi è pronto allora per questo suo ritorno e per testarsi nel salto definitivo ad alto livello. La carriera di Tommaso è già ricca di successi: il classe 2001 ha vinto da protagonista con la nazionale Under 19 azzurra il Mondiale nel 2019, ha conquistato l’argento con l’Under 20 due anni fa e la medaglia d’oro di nuovo ai Mondiali nel 2021 con l’Under 21, mettendo in bacheca anche il premio di miglior schiacciatore. Le sue prime parole dopo la firma: "Tornare a Modena vuol dire tornare a casa. Ho iniziato a giocare a pallavolo sotto la Ghirlandina, qui ho la mia famiglia, i miei amici, tutto. Dopo quest’anno passato in prestito a Cisterna, dove ho imparato molte cose e avuto la possibilità di crescere e avere continuità in campo, ritornare è una soddisfazione immensa. Sono molto carico per due motivi in particolare: il primo è avere la possibilità di giocare insieme a dei grandissimi campioni; l’altro è che posso farlo nel palazzetto più bello di tutti, con l’atmosfera e i tifosi più carichi di sempre, che rendono ogni singola partita speciale. Non vedo l’ora di scendere in campo con questa maglia davanti ai nostri tifosi, insieme ai miei nuovi compagni, per combattere fino alla fine".

Resto del mercato. La squadra come si completerà? Ufficiali per ora sono Bruno, Lagumdzija, Ngapeth e Rinaldi, sul resto non è arrivato nessun annuncio. Rimarrà Totò Rossini e forse accanto a lui Gollini, rimarranno Stankovic e Sanguinetti cui dovrebbe aggiungersi Elia Bossi. Ancora Sala come secondo opposto? Poi i tentativi su terzo e quarto schiacciatore, con Casadei al lavoro per sbloccare l’australiano Lorenzo Pope. Intanto ieri, come previsto, la Lube Civitanova ha ufficializzato l’ingaggio di Aleksandar Nikolov, oggetto del desiderio anche di Sartoretti e Casadei.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?