Ha rischiato di annegare a Pesaro: “Cerco chi mi ha salvata”

Incredibile retroscena raccontato da Rosaura Giuseppina Silvestri pensionata, di Colbordolo: "Giovedì scorso sono caduta a Baia Flaminia mentre camminavo in acqua. Non riuscivo più a muovermi"

Rosaura Giuseppina Silvestri, la donna salvata da annegamento a Baia Flaminia

Rosaura Giuseppina Silvestri, la donna salvata da annegamento a Baia Flaminia

Pesaro, 22 agosto 2023 – “Stavo annegando a Baia Flaminia. Sono ancora viva grazie ad una persona che mi ha portato a riva, salvandomi. Poi è sparito. Voglio conoscerlo perché non so chi sia. Vorrei tanto rintracciarla e ringraziarla dal profondo del cuore". A parlare è Rosaura Giuseppina Silvestri, pensionata, ex arredatrice, con la casa a Colbordolo. La sera di giovedì 17 agosto, intorno alle 19, era certa di morire.

Approfondisci:

Malore in mare, il cuore si ferma e rischia di annegare: salvato da due medici in vacanza

Malore in mare, il cuore si ferma e rischia di annegare: salvato da due medici in vacanza

Ecco il suo racconto: "Mi trovavo nella spiaggia libera di Baia Flaminia. Stavo camminando in acqua, ma era davvero bassa. Non mi arrivava nemmeno al ginocchio. Poi, per una presumibile buca nel fondale, ho inciampato e sono caduta in avanti. Non sono svenuta. Avvertivo di avere acqua in bocca che non riuscivo ad espellere ma sentivo di non potermi muovere. Pian piano sono scivolata con la testa sotto l’acqua e realizzavo di stare per morire. Poi il buio. Non ricordo nulla. Mi sono risvegliata in ospedale, con delle costole forse rotte per i tentativi di rianimazione al cuore fatti dai sanitari del 118. Ora sto bene e tra poco dovrò tornare a casa. Ma non so come fare per cercare chi mi ha salvato. Ho chiamato anche i bagnini della ’bahia del sol’ e sono stati gentilissimi. Mi hanno detto però che alle 19 loro non ci sono più e quindi a salvarmi è stato qualcuno che per caso si trovava a camminare lì vicino alla battigia.

Approfondisci:

Salvataggio della 21enne in mare: "Io e il mio compagno in aiuto"

Salvataggio della 21enne in mare: "Io e il mio compagno in aiuto"

Questa persona, vedendomi con la testa sotto l’acqua, mi ha portato fuori, ha chiamato i soccorsi e mi ha affidato a loro. Poi però è scomparsa e io vorrei tanto ritrovarla. Devo ringraziarla per il gesto che ha fatto. Questo signore si è accorto di quanto stava accadendo e mi ha salvato. Non posso dimenticarlo o far finta di niente. Mi dispiace soltanto che a distanza di giorni non sia riuscita ancora a rintracciarlo".

Approfondisci:

Si accascia in spiaggia, soccorso da medici-turisti

"Ora sto bene – continua Rosaura – anche se sono ancora dolorante, ma sapere di essere vivi grazie ad una persona che non posso ringraziare mi lascia un’amarezza che non posso accettare. Mi auguro di riuscire a ringraziare chi mi ha permesso di continuare a vivere. So che attraverso il giornale può essere più facile rintracciarlo. Ci spero tantissimo". La persona che sa di aver aiutato la signora Rosaura sollevandola dall’acqua e consegnandola ai soccorsi può contattare il giornale al numero 0721 377711 e lasciare il suo numero di telefono per essere richiamato. Verrà messo in comunicazione con la signora Rosaura.

Approfondisci:

Corrente di risacca: cos’è e perché è pericolosa

Corrente di risacca: cos’è e perché è pericolosa

La vicenda della signora Rosaura non è salita alla ribalta al momento dei fatti perché è avvenuta quando la spiaggia era pressocché deserta. La richiesta di aiuto è partita da qualcuno che potrebbe aver lasciato traccia del suo numero di telefono alla centrale del 118 che ha inviato un’ambulanza per soccorrere la donna, rianimarla sul posto ipotizzando un attacco cardiaco. Che, stando a ciò che riferisce Rosaura, non c’è stato. Si è trattato di una caduta che ha rischiato di farne annegare.

La signora ha poi contattato anche la Capitaneria di porto per avere notizie del misterioso salvatore ma senza fortuna.