Un tartufo di Acqualagna in regalo per il Papa: Francesco estasiato dal profumo

Al Santo Padre un cesto che pesava un chilo. Il sindaco Luca Lisi: "E’ stato un momento emozionante"

Il sindaco Luca Lisi mentre offre il cesto di tartufi al Papa (Servizio Fotografico Città del Vaticano)

Il sindaco Luca Lisi mentre offre il cesto di tartufi al Papa (Servizio Fotografico Città del Vaticano)

Acqualagna (Pesaro),23 novembre 2023 – Un profumatissimo cestino di tartufo pregiato per Papa Francesco. A donarlo ieri è stato il sindaco Luca Lisi in rappresentanza della città di Acqualagna. Il primo cittadino infatti, accompagnato da una delegazione composta da amministratori locali e da commercianti, ha raggiunto di prima mattina la Città del Vaticano partecipando all’Udienza Generale del mercoledì del Santo Padre in piazza San Pietro durante la quale il Papa ha espresso parole significative sulla situazione internazionale che hanno coinvolto tutti presenti.

Poi il dono della cittadina al Pontefice. "Questo è uno dei talenti del nostro territorio. Acqualagna desidera omaggiarla con i nostri frutti più preziosi", con queste parole il sindaco ha consegnato il cestino di tartufi (Tuber Magnatum Pico) al Santo Padre. "Papa Francesco – racconta il sindaco – ha sorriso e ha portato il tartufo al naso, restando estasiato del profumo intenso e pervasivo che ha inebriato piazza San Pietro, strapiena di fedeli provenienti da tutti i continenti. Un emozionante momento per una giornata indimenticabile".

A comporre il cestino c’erano sei magnifici tartufi trovati il giorno prima nel territorio di Acqualagna per un peso complessivo di circa 1 chilo. "Una giornata memorabile – è stato il commento generale della delegazione", mentre ieri pomeriggio rientrava a casa. Con il sindaco Luca Lisi erano presenti gli assessori Antonella Marchetti, Luca Petrelli, Alessandra Serafini. mentre i tartufi in omaggio sono stati offerti dai commercianti di tartufo di Acqualagna: Ragni Tartufi, Acqualagna Tartufi, Marini Tartufi, Tartufi Tofani, T&C, Voglia di Tartufo, Le Trifole".

Una appendice, questa della consegna del cestino di tartufi a Papa Francesco, che va a coronare nel migliore dei modi la 58ª Fiera Nazionale del Tartufo Bianco di Acqualagna conclusasi lo scorso 12 novembre. Una kermesse iniziata il 28 di ottobre in cui però Acqualagna traggiungeva un record, riuscendo a ricevere per la prima volta la visita di una delle più alte cariche dello Stato: la premier Giorgia Meloni (VIDEO) evento questo legato anche all’illustre figura del concittadino Enrico Mattei.

Difficile fare una conta delle presenze nelle sette giornate della Fiera Nazionale del Tartufo di Acqualagna, di certo l’afflusso è stato costante e ha ripagato il grande sforzo organizzativo di tutte le componenti impegnate alla riuscita dei tanti eventi. Comunque, stando ad una stima approssimativa si parla di almeno 40mila persone (7 mila solo nella giornata del 1 novembre) di cui molti stranieri, che hanno raggiunto Acqualagna e goduto del profumo e del sapore del suo prezioso frutto della terra: il Tuber Magnatum Pico, ovvero il Tartufo Bianco Pregiato. Cinquemila metri quadri totali dedicati, 100 gli stand allestiti, 750 i camper. In questi giorni il prezzo del tartufo è in netto calo, circa un terzo dello scorso anno, con i pezzi più grossi e pregiati, come quello di cui è stato fatto omaggio ieri Papa Francesco, già destinati a raggiungere i paesi esteri, dal Giappone agli Emirati Arabi.