Quotidiano Nazionale logo
14 mag 2022

Vuelle-Virtus: scattata la corsa ai biglietti

Per il match di giovedì al palas telefonate alla società sono arrivate non solo dalle Marche, ma anche dalla vicina Romagna, Rimini

E’ partita le fabbre per giovedì sera perché, subito dopo che è stata confermata gara 3 al Vitrifrigo Arena, i telefoni della società sono diventati bollenti perché dicono "ci stanno arrivando telefonate non solamente da Pesaro, per prenotare il posto, ma anche dal resto della regione ed anche dalla vicina Romagna, soprattutto da Rimini".

La società ieri ha diramato i prezzi per assistere alla gara e si va dai 10 euro per la gradinata, ai 15 della curva, fino ad arrivare ai 30 per le tribune e a 50 euro per il parterre. La società ha lasciato anche il diritto di prenotazione – la strada privilegiata – per i tifosi che avevano sottoscritto l’abbonamento per la stagione regolare. Volendo si possono acquistare i biglietti per la partita direttamente alla biglietteria del Vitrifrigo Arena a partire dalle 18,45 e cioè poco meno di due ore prima della palla a due con la Segafredo Bologna.

Nella giornata di ieri alcuni tifosi sui social si erano lamentati per un possibile aumento dei prezzi, dando il via alle discussioni.

A questo proposito va detto – ma non ci sono conferme ufficiali – che per le finale di coppa che si è disputato tre giorni fa al Palafiera di Bologna – 10mila spettatori – la Virtus ha incassato qualcosa come 700mila euro. E rimanendo in zona Bologna, sembra anche che la società bolognese si fosse detta disponibile ad organizzare, proprio a Bologna, gara3 in mancanza di disponibilità dell’arena pesarese. Il tutto ‘girando’ l’incasso alla Vuelle.

Sempre rimanendo lungo l’A14, tra il casello di Pesaro e quello di Castenaso, c’è da aggiungere anche che la Virtus si sarebbe detta disponibile anche a spostare l’eventuale quarta gara a domenica. I vertici societari avrebbero dato un mezzo assenso lasciando però l’ultima decisione sulla spalle di Sergio Scariolo. Comunque su questo fronte le notizie sono contradditorie anche se nella tarda serata di ierri è arrivato l’ok a spostare la eventuale gara di sabato nella giornata di domenica perché Baraldi, il grande capo della Virtus ha accettato di spostare l’eventuale posticipo a domenica. Un ok è arriv asto anche dal presidente della Federazione Gianni Petrucci per cui ora manca solamente quello del presidente di Lega.

Nel frattempo i ragazzi di Luca Banchi continuano ad allenarsi in vista della prima gara di questi quarti di finale, in programma da domenica al palasport bolognese, con replica – gara due – il martedì. Dopodiché è in programma gara tre a Pesaro. La quarta partita è nelle mani di... Dio anche perché la Carpegna Prosciutto dovrebbe, con un colpo (molto) a sorpresa vincere uno dei primi tre confronti.

Al di là di tutte le chiacchiere di occasione come capita in questi casi – la palla è tonda ecc. ecc. – diciamo il fattore sorpresa potrebbe starci per la ragione che vincendo la finale di Coppa, la Segafredo entra nel regno dell’Eurolega e cioè il massimo torneo continentale. E dopo la vittoria la festa è stata grande. Sopra questi fattori il fatto che i ragazzi di Scariolo potrebbero in qualche maniera anche snobbare la ‘zanzara’ Pesaro e prendere il match sottogamba.

m.g.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?