"Saman, per i funerali serve ancora un mese"

La sindaca di Novellara, Carletti: "Iter burocratico lungo. Siamo in fase conclusiva, ma non è finita. Poi ascolteremo la volontà del fratello"

Reggio Emilia, 9 ferrara 2024 – "Il via libera ai funerali di Saman? Ci vorrà ancora almeno un mese. Speriamo entro l’inizio della primavera di poter concludere. Poi ci atterremo alle decisioni del fratello". Lo spiega la sindaca di Novellara, Elena Carletti che chiarisce le tempistiche per dare l’atteso ultimo saluto a Saman Abbas, la 18enne pakistana uccisa nella notte tra il 30 aprile e il primo maggio 2021. Prima di Natale si è concluso il processo con le condanne all’ergastolo dei genitori (il padre Shabbar Abbas è in carcere, mentre la madre Nazia Shaheen è ancora latitante), a 14 anni per lo zio Danish Hasnain, e le assoluzioni dei due cugini imputati Ikram Ijaz e Nomanhulaq Nomanhulaq.

Approfondisci:

Altarino per Saman, incontro di fedi: foto, biglietti, fiori e preghiere

Altarino per Saman, incontro di fedi: foto, biglietti, fiori e preghiere
"Saman, per i funerali serve ancora un mese"
"Saman, per i funerali serve ancora un mese"

Un mese fa era stata conferita la cittadinanza onoraria di Novellara alla ragazza simbolo di libertà, ammazzata perché aveva rifiutato un matrimonio forzato con un cugino in patria. Ma per i funerali si dovrà attendere ancora. "È un iter burocratico molto lungo, stiamo raccogliendo la documentazione necessaria e siamo ormai nella fase conclusiva – ha spiegato la prima cittadina – A novembre pensavamo di essere arrivati alla fine, ma le autorizzazioni da ottenere per la salma di una persona vittima di reato che non ha familiari sono tantissime. Purtroppo non bastava la comunicazione del tribunale, ma ci sono volute le certificazioni di chi ha svolto l’autopsia e altre carte. Per fortuna negli ultimi mesi siamo riusciti a capire cosa mancasse, chiarendo alcuni aspetti e dando un’accelerata. Siamo alla fase conclusiva dell’iter, ma non è ancora fatta. Tempistiche? Non mi esprimo perché quando si tratta di burocrazia, però credo che almeno un mese ci voglia. Spero entro la primavera di avere il nullaosta".

Ma l’ultima parola per decidere l’organizzazione pratica del funerale spetterà al fratellino che compirà a breve 19 anni e che resterà in carico ai servizi sociali fino ai 21 anni. "Seguiremo le sue indicazioni. Sappiamo che ha iniziato una serie di riflessioni, ma non abbiamo chiesto per rispettare questa decisione difficile in un contesto doloroso. Solo quando l’iter sarà concluso, parleremo con lui".