FRANCESCO PIOPPI
Cronaca

Un fulmine a ciel sereno. Mangone lascia l’Unahotels

Basket, l’assistente allenatore potrebbe diventare il secondo di Messina all’Armani

Un fulmine a ciel sereno. Mangone lascia l’Unahotels

Un fulmine a ciel sereno. Mangone lascia l’Unahotels

Un fulmine a ciel sereno. O comunque ‘un imprevisto’ che non fa piacere alla Pallacanestro Reggiana che, con la sua partenza, perde sicuramente un valore aggiunto e un punto di riferimento molto importante. Giuseppe Mangone, per tutti ‘Beppe’, assistente allenatore e player development della prima squadra ha infatti deciso di esercitare la clausola di uscita dal proprio contratto e liberarsi così dai vincoli con i colori biancorossi.

Scopriremo con esattezza il motivo di questo addio solo tra un paio di settimane, ma le indiscrezioni parlando di un forte interesse dell’Olimpia Milano. Peppe Poeta, attuale assistente di coach Ettore Messina, sarebbe infatti diretto alla Germani Brescia che proprio nelle scorse ore ha risolto il contratto con Alessandro Magro.

Beppe Mangone andrà a prendere, di fatto, il posto dell’ex playmaker di Battipaglia.

Al suo posto la Unahotels dovrebbe promuovere Marco Rossetti, uomo di fiducia del club e molto stimato anche da Claudio Coldebella che lo sta prendendo sotto la propria ala e lo sta valorizzando.

Quello nei confronti di Mangone è comunque un attestato di stima per quanto di buono ha fatto in questi anni con i colori biancorossi, vissuti sulla propria pelle in due momenti distinti.

Il primo dal 2010 al 2016 come allenatore del settore giovanile e poi il secondo dal 2022 e fino a ieri, dove prima è stato responsabile dello sviluppo giocatori sotto la gestione Menetti e poi è stato promosso come assistente dopo l’uscita di scena di Esposito.

Tantissimi giocatori, tra cui Momo Faye, negli ultimi tempi gli hanno riconosciuto grande merito per le proprie crescite individuali e anche i veterani non hanno mai mancato di sottolineare come fosse davvero fondamentale il suo contributo.

In mezzo a queste due fasi biancorosse è stato per sei anni a Casale Monferrato, dove è stato responsabile tecnico del settore giovanile.

Nato a Modena il 26 marzo del 1978, nel 2019 è stato assistente allenatore della Nazionale Under 18 e dall’estate 2023 è capo allenatore della Nazionale Under 16 con cui ha vinto la medaglia d’argento all’Europeo di Skopje.

"Il club biancorosso – si legge nella nota – ci tiene a ringraziare Mangone per il grande contributo e la professionalità mostrata nel corso delle sue otto stagioni con noi e gli porge un grande in bocca al lupo per le sue future esperienze".

Come detto metterà, molto probabilmente, le proprie capacità al servizio dell’Olimpia Milano, una società a cui è effettivamente difficile dire di no anche se qui a Reggio l’intenzione era di valorizzarlo ulteriormente, allargando il suo raggio d’azione con continuità anche su tutto il settore giovanile.

Adesso, quindi, ci saranno altre riflessioni.