Quotidiano Nazionale logo
3 mag 2022

Ancelotti, nessuno come lui Stefani ha detto stop a 38 anni

L’allenatore di Reggiolo è l’unico ad aver vinto in tutti i cinque campionati top europei

matteo genovesi
Sport

di Matteo Genovesi

Nessuno come Carlo Ancelotti. Il tecnico 62enne di Reggiolo, sulla panchina del Real Madrid, ha conquistato matematicamente la Liga, dopo il 4-0 contro l’Espanyol che ha reso incolmabile il gap di 15 punti per il Barcellona. Ancelotti, che iniziò la carriera nel lontano 199596 alla guida della Reggiana (promossa in serie A) è l’unico allenatore ad aver vinto in tutti i 5 campionati top europei. Dopo Italia (Milan), Francia (PSG), Germania (Bayern) e Inghilterra (Chelsea), ora anche la Spagna è conquistata.

Serie A. Nel Venezia (senza l’esonerato Paolo Zanetti in panchina, omaggiato in settimana dai tifosi veneti con uno striscione appeso davanti alla sede societaria, e sul taccuino del Parma per la prossima stagione) sconfitto 2-1 dalla Juve, l’ottavo infortunio stagionale per lo sfortunato Antonio Vacca (frattura del naso).

Serie B. Incredibile harakiri della Cremonese (ai box Bartolomei), battuta 0-1 dall’Ascoli (rinnova al 2024 l’ex ds granata Marco Valentini), davanti agli oltre 12.000 dello "Zini", ora terza in classifica, scavalcata dal Monza. Festa-promozione rinviata anche per la capolista Lecce, che cede 2-1 a Vicenza al 13’ di recupero (gioco fermo per un petardo caduto vicino all’estremo biancorosso Contini); Cavion e compagni si giocheranno la salvezza all’ultima giornata con Cosenza (1-1 a Pisa) e Alessandria. I grigi hanno pareggiato con il Parma (assist di Lunetta nel 2-2 finale, Cerofolini, una sola partita da titolare in stagione, in panchina), finisce 3-3 la sfida tra le retrocesse Pordenone e Crotone. Nei ramarri Cambiaghi in campo, non convocati Andreoni e Anastasio, nel finale festa per Mirko Stefani che a 38 anni ha annunciato il ritiro; nei calabresi Kargbo esce dopo un tempo, Mogos entra nella ripresa. Derby amarissimo per Max Alvini: Perugia sconfitto 1-0 dalla Ternana (spezzoni per Ghiringhelli e Mazzocchi). Grifoni che per acciuffare l’ultimo posto utile dei play-off dovranno battere il Monza e sperare che il Frosinone perda a Pisa.

Serie C. Nel primo turno degli spareggi-promozione, sorpresa a Lecco dove passa 0-2 la Pro Patria di Pesenti (in campo nel finale), passa anche la Pro Vercelli (0-0 con la Pergolettese che sbaglia un penalty), si salva la Juve Under 23 di mister Zauli: lo 0-0 contro il Piacenza premia i piemontesi, ma i biancorossi (senza lo squalificato Cesarini, Castiglia discreto, Bobb resta a guardare) colpiscono due traverse. Soffre il Pescara (infortunato Frascatore) contro la Carrarese (in panca Sabotic), in vantaggio 1-2 e poi ripresa a 11’ dalla fine, un assist di Udoh nell’Olbia che con il blitz di Ancona (0-2) elimina i dorici, il Gubbio nel finale piega 1-0 una combattiva Lucchese. Eliminato a testa alta il Monterosi di Leonardo Menichini (2-2 con la Virtus Francavilla), Alberto Colombo (Monopoli) passa il turno nella sfida tra ex trainer granata, con l’1-1 contro il Picerno di Leo Colucci, il Foggia elimina 2-0 la Turris (spento Giannone), dopo 2 pali ospiti.

Serie D. Settimo gol in maglia Chieri per Ponsat, Marcheggiani al 3° nell’Ostiamare (10 a Rieti ad inizio anno), sale a 14 Dammacco (Nocerina). Retrocede Filippo Fondi (Cannara).

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?