Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
19 mag 2022

"Come sono scarsi questi". E Igor prende il rosso

Ecco perché Radrezza è stato espulso: la frase pronunciata davanti agli spogliatoi della terna. Squalificato un turno

19 mag 2022
Igor Radrezza è stato punito dal giudice sportivo: squalificato un turno
Igor Radrezza è stato punito dal giudice sportivo: squalificato un turno
Igor Radrezza è stato punito dal giudice sportivo: squalificato un turno
Igor Radrezza è stato punito dal giudice sportivo: squalificato un turno
Igor Radrezza è stato punito dal giudice sportivo: squalificato un turno
Igor Radrezza è stato punito dal giudice sportivo: squalificato un turno

La trasferta di Salò è andata malissimo, ma poteva addirittura finire peggio. In primis per il risultato, visto che una sconfitta di misura tiene comunque vive e concrete le speranze per la partita di domani sera, e in secondo luogo per la squalifica relativa a Igor Radrezza.

Il centrocampista, espulso dopo il fischio finale per ‘frasi irriguardose’ all’indirizzo dell’arbitro Adalberto Fiero (davanti alla porta degli spogliatoi della terna Igor avrebbe detto ’come sono scarsi questi’ con ovvio riferimento agli arbitri), si è beccato solamente una giornata di stop e potrà quindi scendere in pista nell’eventuale semifinale che la Reggiana dovrà giocare a partire da mercoledì (in casa) e poi domenica 29 (in trasferta). Una decisione che fa tirare un sospiro di sollievo anche al club granata che però adesso - probabilmente in privato - farà capire al giocatore che certi atteggiamenti non saranno più tollerati, sottolineando la gravità della condotta a prescindere, ma anche in relazione al contemporaneo infortunio (purtroppo grave) a Luca Cigarini che - pur con sostanziali differenze - gioca più o meno nelle stesse zone di campo. Insomma, non solo non è accettabile farsi espellere in quel modo, ma è doppiamente grave se accade in un momento di emergenza. Nessuno ha mai messo in discussione il talento del giocatore, ma col passare dei mesi forse si iniziano a capire i motivi per cui - nonostante un mancino fatato - il ragazzo fosse ancora in Serie D al Crema quando aveva 26 anni. Le fischiate del signor Adalberto Fiero sono state spesso approssimative, ma va anche detto che - per fortuna - non hanno sostanzialmente condizionato l’andamento della partita. A fine gara il clima in casa granata era molto turbato dal ko di Cigarini, ma nessuno se la stava prendendo con l’arbitro che aveva pure ‘graziato’ Sciaudone per un tocco di mano che poteva costargli l’espulsione. Eppure è andata a finire come vi abbiamo raccontato e come non doveva. Radrezza adesso non potrà fare altro che tifare per i propri compagni dalla tribuna e sperare che gli diano la possibilità di riscattarsi al più presto. Al giocatore mancano appena due presenze per raggiungere quota 100 in granata, ma a questo punto non è detto che ci riesca. Sarebbe un vero peccato se finisse così, con un’estate di mezzo che potrebbe far prendere al giocatore e alla società una strada diversa. Ultimo, ma non per importanza, il report delle ammonizioni dopo la prima gara dei quarti: sul taccuino del direttore di gara sono finiti sia Fausto Rossi che Daniele Sciaudone che - come da regolamento della postseason - entrano quindi già in diffida. Al prossimo ‘giallo’ dovranno quindi fermarsi per una partita. Ecco che in tal senso il recupero a pieni giri di Igor Radrezza diventa doppiamente importante per dare un’alternativa in più a centrocampo anche se mister Diana - ad onor del vero - ha comunque possibilità di scegliere anche D’Angelo, Muroni e il recuperato Del Pinto. Infine è stata comminata un’ammenda di 500 euro alla Reggiana per il danneggiamento di sette seggiolini del settore ospiti da parte dei propri sostenitori.

Francesco Pioppi

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?