Si chiama “No drop, no out” ed è un progetto promosso dalla Provincia di Reggio Emilia e dall’Upi Emilia-Romagna – in collaborazione con Uisp, Csi, Comuni e Pinco srl – nell’ambito di “Azione ProvincEgiovani”, il bando promosso dal Dipartimento per le Politiche giovanili della Presidenza del Consiglio dei ministri, che quest’anno si pone un duplice obiettivo: contrastare la dispersione scolastica e l’abbandono sportivo. Il drop out sportivo è un fenomeno piuttosto frequente tra i giovani. "Circa il 20% dei ragazzi e il 40% delle ragazze interrompe prematuramente l’attività sportiva tradizionale - spiega il presidente della Provincia di Reggio Emilia, Giorgio Zanni - Obiettivo del progetto è proprio quello di riavvicinare questi giovani alla pratica sportiva, parte importante, se non essenziale, di benessere mentale e psicologico, in particolare attraverso discipline alternative". Saranno 7 i comuni reggiani che, attraverso le rispettive amministrazioni, saranno coinvolti nel progetto: Albinea, Boretto, Cavriago, Novellara, Rio Saliceto, San Polo d’Enza e Villa Minozzo.