Azzannata da un rottweiler in hotel a Bellaria: “Volevo solo accarezzarlo”

La turista di Ravenna racconta la disavventura. Paola Brini è ricoverata a Cesena dove le hanno ricostruito il labbro: "Non è stato un gesto brusco, non pensavo potesse reagire così"

Paola Brini, 50 anni di Sant’Agata sul Santerno, è stata azzannata da un rottweiler a Bellaria
Paola Brini, 50 anni di Sant’Agata sul Santerno, è stata azzannata da un rottweiler a Bellaria

Rimini, 18 agosto 2023 – “Ricordo solo il cane che mi saltava addosso. Poi il nulla. Quando mi sono ripresa, ero in un letto di ospedale". I medici del reparto di chirurgia maxillo-facciale del ’Bufalini’ di Cesena l’hanno sottoposta ad un delicato intervento per ricostruire il labbro superiore destro lacerato dal morso di un rottweiler che l’ha assalita mentre si trovava seduta nella veranda di un albergo di Bellaria - Igea Marina.

Elisabetta Franchi e la multa al cane scappato: “Un paradosso”

Difficilmente Paola Brini, 50 anni, residente a Sant’Agata sul Santerno (in provincia di Ravenna), arrivata circa una settimana fa in Riviera per una breve vacanza in compagnia di un’amica, dimenticherà la sera di Ferragosto che per lei si è trasformata in un vero incubo. Sul posto è intervenuta la polizia locale che ha identificato i presenti e svolti gli accertamenti per ricostruire con precisione la dinamica dell’episodio, al momento ancora al vaglio degli agenti. Stando a quanto ricostruito, la padrona del cane aveva deciso di affidarlo temporaneamente ad un amico, che sarebbe entrato nel cortile dell’hotel per chiedere informazioni tenendo l’animale al guinzaglio (ma senza museruola). Una segnalazione è stata inviata, come prevede la prassi, al servizio veterinario dell’Ausl Romagna: al momento non sono state presentate denunce.

Ricorda cosa è successo nel momento in cui si è trovata davanti il rottweiler?

"Sono ancora molto confusa e non ricordo con esattezza i fatti. Posso solo dire che mi trovavo seduta nella veranda esterna, quando ho visto il cane a pochi metri da me, al guinzaglio di un uomo, che stava chiedendo informazioni a qualcuno. Istintivamente, ho allungato la mano per fargli una carezza. Non è stato un gesto brusco, sono stata attenta e prudente, mai mi sarei immaginata che potesse reagire in quel modo. Ho fatto appena in tempo a sfiorarlo con la punta delle dita".

Poi cos’è accaduto?

"Nella mia testa ci sono soltanto delle immagini frammentate. Non posso dirlo con precisione. Da quel che mi hanno raccontato, l’animale ha fatto uno scatto. È accaduto tutto in una frazione di seconda. Prima che potessi rendermene conto, mi aveva morso il labbro".

Ha perso conoscenza?

"Sì, non so cosa sia successo nei minuti immediatamente successivi all’aggressione. Ricordo di aver perso molto sangue e che a un certo punto mi sono ritrovata stesa sulla barella. Poi mi hanno caricato in ambulanza e mi hanno dato dei sedativi. È stato un brutto choc, ho avuto moltissima paura".

Ha avuto modo di parlare con i proprietari del cane?

"Sono stata contattata al telefono dalla donna che lo aveva in affidamento, essendo l’animale di proprietà dell’ex compagno. Ha detto che cercherà di venirmi incontro il più possibile. Mi domando solo per quale motivo fosse sprovvisto di museruola. E se al posto mio, ci fosse stato un bambino?"

Per quanto tempo dovrà rimanere in ospedale?

"Sicuramente ancora qualche giorno. Sono stata operata per la ricostruzione della parte di labbro superiore che è stata recisa dal morso. Probabilmente dovrò sottopormi ad un altro intervento nelle prossime settimane".

Intende presentare denuncia?

"Ancora non so dirlo. E’ una cosa che devo valutare".