Forte vento a Rimini, albero cade su auto con 5 persone. Due feriti in un circo a San Marino

Riviera flagellata e notte di paura anche a Riccione. Indenne le persone dentro una Golf a Bellariva. A Borgo Maggiore, invece, è crollato il tendone di un circo addosso ai proprietari. Picchi ventosi si sono registrati in Alta Valmarecchia: Pennabilli senza luce per diverso tempo

Rimini, 2 dicembre 2023 - La riviera si lecca le ferite, dopo una notte di paura in cui a migliaia da Rimini a Riccione sono rimasti svegli per i boati che le raffiche di vento fino a un massimo di 130 chilometri orari hanno provocato serpeggiando tra i palazzi e abbattendo come birilli decine e decine di alberi.

Grande spavento per cinque persone a bordo di una Golf a Bellariva. Un grosso albero si è schiantato in viale Regina Margherita: ha tranciato i cavi elettrificati del tram ed è caduto sull’auto in transito questa notte. Fortunatamente i passeggeri sono rimasti indenni. Ci sono stati, invece, due feriti a San Marino colpiti dalla caduta di un tendone di un circo. 

Un grosso albero si è schiantato su un'auto in transito a Bellariva (Foto Migliorini)
Un grosso albero si è schiantato su un'auto in transito a Bellariva (Foto Migliorini)

Riviera flagellata dal vento

La riviera all'alba si è presentata flagellata da raffiche violentissime con alberi finiti in mezzo alla strada a bloccare la circolazione, coperture di tetti divelte e persino alberi caduti non solo sulle auto in sosta, ma anche sui recinti in muratura delle villette o addirittura sui tetti. Uno scenario apocalittico che ha tenuto impegnati tutta la notte - e tiene ancora - i vigili del fuoco del comando provinciale, con decine di interventi per rimuovere le piante crollate, mettere in sicurezza i giardini delle case, sgomberare le strade e ripristinare la situazione. Sarà un lavoro lungo, che si estenderà anche in collina e lungo tutta la costa. A Cattolica per esempio il forte vento ha sventrato i palloni dei campi da padel.

In tutta la regione, intanto, prosegue oggi l’allerta meteo rossa (qui cosa significa) che riguarda principalmente le raffiche di vento a tempesta.

Maltempo, vento e alberi caduti a Rimini e Riccione
Maltempo, vento e alberi caduti a Rimini e Riccione

Bilancio danni

Gli interventi maggiori che hanno riguardato Rimini e Riccione. Nei due grandi centri abitati i crolli di maggior impatto si sono verificati sull'Adriatica, dove all'altezza dell'aeroporto e Altromondo Studios le piante abbattute dalle raffiche hanno ingombrato la carreggiata bloccando la circolazione. A Riccione invece in via Veneto e in via Adamello gli alberi sono crollati sulle auto e contro i condomini, mentre è in via Calatafimi, sempre a Riccione, che un albero è stato completamente sradicato e ha distrutto cadendo la recinzione di cemento di un palazzo, provocando una perdita di gas su cui forze dell'ordine e tecnici sono intervenuti prima che provocasse ulteriori danni. In più, danni ingenti si registrano ai cavi della luce, alle luminarie natalizie già accese in tutto il territorio provinciale, oltre a tettoie pericolanti e segnaletica stradale o recinzioni completamente divelte.

A seguito delle forti raffiche di vento che hanno sfiorato i 114 Km/h, cede il tendone del circo di Borgo Maggiore (Foto di Filippo Pruccoli)
A seguito delle forti raffiche di vento che hanno sfiorato i 114 Km/h, cede il tendone del circo di Borgo Maggiore (Foto di Filippo Pruccoli)

Due feriti a San Marino

Non c'è solo la riviera tra le zone più flagellate da raffiche di vento che stando alle rilevazioni questa notte hanno variato di intensità tra 90 chilometri orari e un massimo di 130. I picchi si sono registrati per lo più in Alta Valmarecchia, dove a Pennabilli il forte vento ha lasciato la zona senza luce per diverso tempo.

Anche San Marino rientra tra le aree più colpite dalle raffiche. Sul Titano infatti la sezione antincendio della Polizia Civile ha effettuato oltre una ventina di interventi per rami e alberi crollati, fra cui tre alberi abbattuti a Cailungo e quattro nel parcheggio numero 3. La strada Sottomontana è stata temporaneamente chiusa al traffico in mattinata per consentire alla Gendarmeria di liberare la carreggiata dai grossi rami caduti.

Ma il disagio maggiore si è registrato a Borgo Maggiore, dove questa notte intorno all'una è crollato il tendone del circo. L'incidente ha provocato anche due feriti, un uomo e una donna nonché i proprietari del circo, che si trovavano all'interno del tendone quando le raffiche di vento lo hanno abbattuto, pare proprio per scongiurare che il circo crollasse su sé stesso. Allo staccarsi dei tiranti l'impalcatura ed il tendone però sono inesorabilmente crollati e la donna ha riportato lussazioni e ferite ritenute guaribili con una prognosi di circa 25 giorni. Più lievi invece, e ritenute guaribili in 5 giorni, le ferite riportate dall'altro titolare, l'uomo che si trovava anch'egli dentro il circo al momento del crollo.