Fallita la cooperativa edile Cles
Fallita la cooperativa edile Cles

Stienta (Rovigo), 24 maggio 2018 - La Cles è fallita. La data ufficiale è quella di martedì, il decreto è del giudice Mauro Martinelli del tribunale di Rovigo. Pietra tombale sulla storia della nota cooperativa di costruzioni storicamente legata alla mondo della sinistra. Nella sola città di Rovigo il suo nome è associato a moltissime infrastrutture come il rifacimento del Corso del Popolo con la pedonalizzazione, compresi i sotto servizi, opera inaugurata dall’ultimo sindaco di centrosinistra, Fausto Merchiori.

Ma anche il polo natatorio di viale Porta Po, assieme a Reale e Guerrato (in concordato preventivo). La Cles, con sede legale ad Argelato (Bologna) aveva il quella principale a Stienta, l’ex «feudo rosso» polesano diventata leghista da quando nel 2014 ha vinto le amministrative il primo sindaco non comunista del dopoguerra. La Cles aveva chiesto il concordato preventivo nel luglio del 2013, procedura che era stata omologata ad aprile 2015. Di fatto soltanto il prolungamento di una morte che era ormai annunciata e che da martedì è realtà.


t. m.