Tommaso Simonini ed Enrico Bellei, il coraggio di rinunciare al posto fisso per fondare un'agenzia di successo a Sassuolo

Durante la pandemia, Tommaso Simonini ed Enrico Bellei hanno lasciato il posto fisso per fondare un'agenzia di comunicazione di successo a Sassuolo, YF Studio. Con dodici dipendenti e una nuova sede, dimostrano che le nuove tendenze possono nascere anche in provincia.

Se ci vuole coraggio per dire ‘addio’ al posto fisso, farlo durante i mesi del Covid, a molti, sarebbe sembrato una follia. Non è questo il caso di Tommaso Simonini ed Enrico Bellei (nella foto) che, proprio durante la pandemia, si sono licenziati per inseguire le proprie passioni e fondare un’agenzia di comunicazione che ora sta riscuotendo grande successo a Sassuolo. Accomunati dall’esperienza lavorativa nel settore ceramico e dalla voglia di mettersi in gioco, Simonini e Bellei, rispettivamente classe ’89 e ’91, hanno dato vita nel 2021 a YF Studio che, dopo tre anni di attività, conta dodici dipendenti e tre collaboratori con una media di età di 29 anni e un tasso di turnover pari a 0. Oggi, i due imprenditori sono pronti a lanciarsi verso un’altra sfida: la nuova sede dell’agenzia inaugurerà venerdì 15 marzo nel cuore di Sassuolo e comprende 650 metri quadrati disposti su tre livelli, un’area creativa di 200 mq adatta a ospitare shooting, set fotografici ed eventi aziendali e un’area relax per i dipendenti per stimolare la creatività del team guidato dai due giovani soci. "Nel 2012 – raccontano Simonini e Bellei – abbiamo lanciato, insieme a un gruppo di amici, Youth Festival. Sassuolo offriva poco ai giovani a livello di eventi e così abbiamo dato vita a una ‘due giorni’ di musica con un chiosco per la birra. Ogni anno abbiamo voluto offrire qualcosa di diverso e, senza neppure accorgercene, ci siamo trovati in mano, dopo 10 anni, uno dei maggiori festival del Nord Italia. Abbiamo sempre creduto nella comunicazione, ma non abbiamo mai pensato che sarebbe diventata il nostro lavoro". Nel corso degli anni, infatti, diverse aziende, vedendo i risultati dello Youth Festival si sono rivolte ai due imprenditori che, di conseguenza, hanno iniziato a progettare di aprire l’impresa di comunicazione. "Entrambi – spiegano Simonini e Bellei – non eravamo più appagati dal lavoro che svolgevamo e, collaborando, ci trovavamo bene. Quando, con la pandemia, il mondo si è arrestato, ci siamo fermati per riflettere e abbiamo deciso di fare un salto nel vuoto. Non è stato facile: siamo partiti da una stanza di 20 metri quadri ma siamo cresciuti così tanto che ora, per insufficienza di spazi, siamo costretti a trasferirci: è una grande soddisfazione". Oltre ai due titolari, attualmente, i dipendenti di YF studios sono quindici e il segreto del successo del brand è il rapporto positivo che si instaura tra i dipendenti.

"Selezioniamo personalmente i candidati perché – chiariscono Bellei e Simonini –, ancora più dell’esperienza, cerchiamo lo stimolo e la voglia di mettersi in gioco. Ogni anno passiamo una giornata infrasettimanale al mare tutti insieme, oltre ai momenti extra lavoro come cene e aperitivi nel corso dell’anno. Ma, soprattutto, facciamo in modo che il lavoro resti confinato nell’orario di ufficio: il lavoro è importante ma, prima, c’è altro". "Per il futuro– concludono – vogliamo dimostrare che le nuove tendenze possono nascere anche dalla provincia, non solo dalle agenzie milanesi.

E ora, con l’apertura della nuova sede, inizia una nuova sfida: un’azienda piccola, sorta soltanto tre anni fa, che inizia a confrontarsi con numeri importanti. In ogni caso, nel corso di questa esperienza, abbiamo capito che se ci si mette in gioco e si lavora a testa bassa i risultati arrivano. E siamo solamente all’inizio".