Avf Fiorano, tre decenni a servizio degli altri

Un centinaio di volontari collabora in una rete di assistenza che copre il territorio dell’intero distretto ceramico 24 ore su 24

Avf Fiorano, tre decenni a servizio degli altri

Uno dei mezzi della Avf di Fiorano che opera sul terriotorio dell’intero distretto della ceramica

Nata nell’ormai ’lontano’ 1995 a partire da un gruppo di volontari che andavano a rifare i letti al centro Coccapani, oggi l’associazione volontari Fiorano (Avf) è una rete strutturata che conta su un centinaio di persone, gestisce le emergenze-urgenze ogni giorno 24 ore su 24 ed è diventata un punto di riferimento stabile per la sanità di tutto il distretto ceramico.

"Inizialmente siamo partiti con un gruppo ristretto di volontari – racconta il presidente Gaetano Caiti, in carica da un anno e mezzo e riferimento per l’intera associazione –, in seguito, siamo riusciti ad acquistare la prima ambulanza e qualche pullmino. Oggi, dopo quasi trent’anni, siamo arrivati a possedere cinque ambulanze e riusciamo a garantire un servizio costante alla cittadinanza".

Tra gli impegni dell’associazione di volontari di Fiorano Modenese rientrano anche l’accompagnamento di pazienti a Sassuolo e Baggiovara per prelievi e visite, la partecipazione a eventi sportivi o mondani che si svolgono nel territorio regionale e la programmazione di iniziative di assistenza e formazione rivolte ai cittadini. A tal proposito, per il mese di aprile sono in programma tre incontri gratuiti volti a formare la cittadinanza alle tecniche di primo soccorso. Il primo incontro, che si terrà il 9 aprile alle 20.30, fornirà ai cittadini le istruzioni necessarie a effettuare la chiamata al 118 e gestire al meglio degli incidenti domestici; il secondo appuntamento, che avrà come tema la disostruzione delle vie aeree nel paziente pediatrico è previsto per il 16 aprile, sempre alle 20.30; infine, il 20 aprile alle 14 è in calendario il seminario dal titolo ‘Basic Life Support and Defribbilation’.

Tutti gli incontri avranno luogo nella sede di via Cameazzo 6. Attualmente Avf è convenzionata con il 118 e istruisce i volontari grazie al prezioso contributo di formatori interni che hanno sostenuto i corsi di soccorso nelle sedi convenzionate di Bologna.

"Garantire un servizio alla comunità per 24 ore al giorno su tutto il distretto ceramico – prosegue il presidente Gaetano Caiti in merito alle attività che Avf porta avanti da quasi tre decenni con impegno e dedizione – non è semplice. Per questo motivo, Avf conta su una segreteria e un consiglio direttivo composto da nove persone: è un lavoro duro, ma l’ambiente è estremamente positivo. Spesso, nel tempo libero, organizziamo cene con i volontari e momenti ricreativi per stare insieme".

"Progetti per il futuro? – conclude il presidente di Avf Gatano Caiti – attualmente stiamo allestendo un’automobile per il trasporto di organi. Vogliamo rendere questo servizio sempre più strutturato per il bene della comunità del distretto ceramico: tutti i volontari che desiderano collaborare con noi sono i benvenuti". Dunque chi volesse contribuire attivamente e in prima persona all’impegno di Avf sul territorio non deve fare altro che rivolgersi all’associazione stessa.