Quotidiano Nazionale logo
8 apr 2022

Vinitaly 2022 nel cuore di Verona: date ed eventi nel centro città

Dall'8 all'11 aprile, il centro storico veronese proporrà masterclass, concerti, spettacoli di live painting sul tema del vino. Passeggiate storiche guidate e degustazioni in quota a Torre dei Lamberti. Tutto il calendario

featured image
Degustazione

Verona, 8 aprile 2022 – In alto i calici, sta per iniziare “Vinitaly and the City”, il fuori salone della 54esima edizione della fiera del vino più famosa del mondo e che porterà nel centro storico di Verona tutte le sfumature del vino. Da oggi e fino a lunedì 11 aprile, la città offrirà agli appassionati del vino quattro giorni immersivi, con installazioni, scenografie tematiche e performance nei principali luoghi di interesse del centro storico. Il fiume, i monumenti, le porte storiche e le torri, le mura cittadine, la rete dei Musei Civici, le strade e le piazze, i negozi e le attività di ristorazione, diventeranno dei veri e propri scenari privilegiati per raccontare il vino in tutte le sue forme con un bellissimo percorso tra degustazioni e spettacoli.

Tra i momenti più suggestivi, il brindisi in alta quota a Torre dei Lamberti, che ospiterà una selezione di vini delle Marche, per brindare dall’alto con una vista spettacolare sul centro. E, nel Cortile del Tribunale, emozionanti performance di live painting "I colori del Vino" sulle note del jazz con le migliori etichette del Lazio.

Tutti gli eventi di piazza sono ad ingresso libero senza limitazioni. Le serate concerto prevedono l’ingresso contingentato in Cortile Mercato Vecchio di massimo 500 persone. Le masterclass sono gratuite, ma è prevista la prenotazione. Il biglietto per le degustazioni prevede 3 assaggi, tra token e mixology, al costo di 15 euro.

Piazza dei Signori: il vino al centro

Il percorso inizia da Piazza dei Signori, cuore pulsante del festival, con il titolo “Il Vino al centro”, che ospiterà la speciale presenza del progetto ViVite dell’Alleanza delle Cooperative italiane, il “brand” che identifica la produzione vitivinicola delle cantine cooperative italiane. Una produzione che vale oltre il 58% del vino italiano e che negli ultimi anni ha saputo creare innovazione, ricerca e iniziative rivolte alla sostenibilità.

A lato della statua di Dante, si apre la bellissima Loggia di Fra’ Giocondo con il suo caratteristico soffitto affrescato. Questa sarà l’area dedicata ai vini sostenibili e al “green stage”, palco che ospiterà speciali incontri e rassegne sul tema della sostenibilità.

Loggia Antica: le masterclass

Alla Loggia Antica, location storica unica e normalmente inaccessibile, si terranno quattro giorni di Masterclass con percorsi didattici e degustazioni speciali sui vini biologici italiani con il progetto Biols, curate da Angelo Peretti, giornalista e gastronomo. Le Masterclass saranno su prenotazione ad ingresso gratuito. Il progetto Biols, metterà in scena percorsi e storie di vini che hanno sposato la sostenibilità come tema portante della propria filosofia e dei propri frutti.

Lunedì 11 aprile, sarà la volta della speciale Masterclass di Alleanza delle cooperative dal titolo ‘’ViVite: conosciamo i vini della cooperazione italiana’’. La masterclass, guidata dal giornalista e gastronomo Paolo Massobrio, vuole mettere in evidenza il valore delle cantine cooperative italiane che negli ultimi anni hanno saputo creare innovazione, ricerca e iniziative rivolte alla sostenibilità. Un mondo da conoscere sia per la qualità della proposta, sia per l’offerta del vino con il miglior rapporto qualità/prezzo.

Cortile del Mercato Vecchio: sparkling e mixology

Spostandosi di qualche metro, si apre il suggestivo Cortile del Mercato Vecchio con la Scala della Ragione a incorniciare come scenografia unica il palco principale dell’evento e della sezione “Sparkling & Mixology”, che accoglierà una selezione di prestigiose bollicine italiane. Con la speciale presenza di più di un centinaio di etichette di Asolo Prosecco, la piccola Docg trevigiana, protagonista nell’ultimo biennio di una straordinaria crescita di interesse, al punto da essere definita dal celebre critico britannico Andrew Jefford “la più sorprendente scoperta degli ultimi tempi, sottile, raffinata e splendidamente bevibile”. Sempre il Cortile Mercato Vecchio ospiterà un’area speciale dedicata al mixology tra “spirits premium” e bollicine, miscelati con le toniche aromatizzate e classiche di Fever Tree.

Tutti gli spettacoli

Quattro serate speciali di musica in Cortile Mercato Vecchio: si comincia stasera, venerdì 8 aprile, con il soul jazz di Zen Kitchen in anteprima live con il nuovo album in uscita. A seguire, i F.A.S.K. “Fast Animal & the Slow Kids” in un viaggio tra fumetti e musica, presenteranno la loro grafic novel pubblicata da Beccogiallo che racconta la loro storia attraverso uno storytelling e loro canzoni dal vivo. A chiudere la prima serata, la nota dj Laura Marcellini in un set deep house nu funk.

Il sabato, 9 aprile, si aprirà nel pomeriggio con il folk popolare della Contrada Lorì, un ensemble autentico legato alla genuinità della canzone dialettale veronese. Alle 21.30 un imperdibile concerto di Roy Paci, musicista, trombettista, compositore, arrangiatore siciliano, apprezzato soprattutto per le sue sonorità latin-jazz e per aver dato vita con la formazione degli

Aretuska ad una delle contaminazioni musicali più vive e seguite a livello nazionale e internazionale. Il live sarà una versione clubbing del repertorio iconico di Roy Paci, con sonorità più moderne e dancehall, per un’esperienza solare carica di tutta la sicilianità di cui Roy è portatore. On stage Roy voce e tromba, con il suo chitarrista Dima e l’MC Raphael.

Joe Bastianich sul palco con la "Terza Classe"

Domenica 10 aprile, alle 21.30 in scena Joe Bastianich e la fenomenale band napoletana dei “La Terza Classe”. Il noto chef americano, conosciuto e apprezzato anche per le sue doti musicali ed artistiche, in uno spettacolo di bluegrass e country folk americano tutto da ballare. Ultima serata al “Vinitaly and the City”, ospite il cantautore e musicista Marco Castoldi, in arte Morgan, in una serata dedicata alla canzone d’autore e ai grandi vini italiani: una serata per scoprire come nasce un buon vino e come nasce una bella canzone.

Spazio anche alla danza domenica 10 aprile, con la “La vie en Rose”, performance di danza di Elisa Cipriani e Luca Condello, proposta in Piazza dei Signori alle 15.45 e alle 18.30. Alle 17.10, sempre di domenica, Vincanto, una storia d’arte a sorpresa, su geografia musicale a cura di Alessandra Biti e Alessandro Formenti e coreografia di Silvia Barbieri. Con la partecipazione degli allievi e dei professionisti della scuola Granbadò Danza, in onore di Cinzia Agostini.

La proposta musicale continua anche nelle strade e nei vicoli del centro storico di Verona, alla scoperta di luoghi in cui alcuni artisti, attori e musicisti di strada animeranno la città con performance a tema vino. Sette le postazioni in città dalle 18 alle 22 in cui si esibiranno i “Busker’s Art & Performance”: Veronica Marchi, Diletta Marzano, Alberto “Cico” Zecchini, Leonardo Maria Frattini, Andrea Bertani, Pietro “Cupo” Cuppone e Sole.

Ogni sera in Cortile del Tribunale, dalle 18.30 alle 20.30, una speciale rassegna di jazz contemporaneo a cura dell’etichetta discografica Jasbo Rec, con le performance di numerosi artisti tra cui Gabriele Biolcato Quartet, gli Swing Brother, Lite Orchestra e Luca Scardovelli Trio, affiancati dall'artista e ritrattista Stephanie "Ocean" Ghizzoni in una performance di Live Painting, dipingendo grandi del jazz con i colori del vino.

Gli eventi speciali

E non mancheranno esperienze alla scoperta della città. Con la Rete dei Musei Civici sono organizzate speciali visite guidate gratuite a tema al Museo di Castelvecchio: “Tra sacro e profano - il vino nell'Arte dal Medioevo al secolo dei Lumi”, un percorso alla scoperta della nascita della cultura del vino. Visita unica anche al Museo Archeologico e al Teatro Romano: “I volti di Bacco: gli Antichi e il vino tra mito e archeologia”, un percorso alla scoperta della nascita della cultura del vino. Attraverso le parole di poeti e scrittori del mondo greco e romano si sveleranno, tra mosaici, vasi antichi e arredi scultorei, le radici del duraturo legame tra e vino e territorio nel veronese. Entrambe le visite sono previste nelle giornate di sabato 9 e domenica 10 aprile alle ore 11 e alle ore 16. La prenotazione è obbligatoria alla Segreteria didattica dei Musei del Comune di Verona.

Solo domenica, anche la visita guidata speciale “La signora del vino”, una passeggiata tra storia e mito in compagnia di una veronese di epoca romana alle ore 15.30 e 17. Alla scoperta dell’Adige con “Fiume divino”, uno speciale percorso guidato sul fiume tra Castelvecchio, San Giorgio e la Dogana, “Shakespeare and Wine”, una passeggiata da Castelvecchio a Piazza Erbe, in collaborazione con Casa Shakespeare e “Un sorso di Verona”, in collaborazione con Assoguide Verona, che propone una camminata al tramonto per le vie della città, legata a un’antica e profonda passione per il vino. Con partenza in Piazza Dante, altre due proposte di itinerario a tema da “Romeo and Juliet guide”: la “Camminata per il centro storico di Verona tra miti e leggende con degustazione guidata e giro in Funicolare” della durata di un’ora e mezza e il “Tour Enogastronomico di Verona: gli angoli più romantici e instagrammabili” della durata di tre ore e mezza.

Arte e cultura

Spostandosi verso Corso Cavour, all’interno della splendida cornice settecentesca di Palazzo Balladoro, dall’8 al 13 aprile, è ospitata la Mostra "Nuove Cantine italiane. Territori e architetture" pensata non solo per gli addetti ai lavori del mondo del vino ma anche per semplici appassionati, si snoda dalle langhe alla maremma, passando per le regioni: Veneto, Piemonte, Alto Adige, Toscana e Sicilia, e racconta il processo vinicolo attraverso i progetti delle cantine d’autore. Ogni sera alle 18 è prevista una visita guidata all mostra.

Sempre all’interno di Palazzo Balladoro, lunedì 11 aprile, dalle 18 alle 19, “Osteria dell’architetto”. Per gli appassionati del mixology, l’evento prosegue a Porta Palio con Verona Cocktail Week che, venerdì 8, sabato 9 e domenica 10, dalle 18 alle 2, ospita tre serate a tema Speakeasy, per scoprire le fragranze e gli aromi che si mixano con i migliori Gin e la migliore Vodka.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?