Ascoli, 18 ottobre 2017  - Ad accogliere l'ex premier Matteo Renzi ad Ascoli una folta platea di sostenitori ma pure di contestatori. "Pinocchio", "A lavorare". Se fossero delusi dalla politica intrapresa dal Pd o oppositori a prescindere perché di diversa fazione politica non è chiaro. Fatto sta che, in 30-40 persone lo hanno atteso fuori dalla stazione, lontani dai circa 100 sostenitori che, invece, lo attendevano sul binario all'arrivo del Frecciabianca.

Non appena Renzi è uscito dalla stazione per entrare sull'auto con la quale, poi, ha raggiunto Arquata, hanno iniziato ad urlargli contro. Dall'altra parte, invece, chi lo segue lo ha applaudito a gran voce tentando di strappargli una stretta di mano o una foto. Impresa ardua vista la folla che aveva intorno: persino il governatore delle Marche Ceriscioli ha fatto fatica a salutarlo. 

La tappa fanese

RENZIGC_26156206_212505

"Abbiamo fatto una tappa rapida ad Arquata per tanti motivi. Intanto per dire grazie alle donne e agli uomini che stanno faticando in una situazione di difficoltà e a chi è in prima linea come i sindaci. Sono qui per dire grazie anche a Della Valle che, devo dire purtroppo, ci sta dando una lezione: non pensavo che sarebbe arrivato prima del pubblico. Questa struttura nel giro dei prossimi mesi sarà aperta, qui Tod's produrrà e questo dimostra che se si vuole si può fare". Lo dice Renzi visitando ad Arquata del Tronto il cantiere della nuova fabbrica che Tod's sta aprendo nel comune colpito dal terremoto.

"La gente qui vuole lavorare, con grande dignità. E anche grazie al pubblico che ci sta dando una mano, stiamo costruendo: tra qualche giorno da qui uscirà il primo paio di mocassini Tod's", dichiara l'imprenditore, che accompagna Renzi nella visita insieme al commissario al terremoto Paola De Micheli.

"A Renzi ho posto due o tre questioni e me le sta risolvendo, ora gliene pongo altre. Grazie perché è già stato tre volte qui", dice il sindaco di Arquata Aleandro Petrucci, ringraziando il segretario Dem. "Il governo ha fatto cose straordinarie anche per la scuola - sottolinea il presidente delle Marche Luca Ceriscioli - ma se potremo andare avanti è anche grazie a luoghi come questi che creano lavoro. Anche sulla Salaria, per i collegamenti della zona, c'è un grande impegno del governo". 

Bankitalia, Renzi insiste: "Vigilianza inefficace"

image