Modena, 11 maggio 2017 - Dopo Ferrara, sarà Modena la seconda tappa dei cinque incontri organizzati da Bper Banca in collaborazione con QN-il Resto del Carlino per creare un momento di confronto tra banca e imprese del territorio sulle nuove sfide da affrontare. L’iniziativa, arrivata al suo sesto anno consecutivo, toccherà domani Modena, la città da cui iniziò la storia di Bper. «Grazie al rapporto virtuoso con la loro banca – spiega Fabrizio Togni, direttore generale di Bper Banca – molte piccole imprese sono diventate medie e poi grandi, fino a distinguersi come eccellenze assolute sui mercati internazionali.

Ciò è avvenuto prima a Modena e in Emilia Romagna, poi via via in ambiti più ampi, estesi al territorio nazionale». Alcune di queste imprese eccellenti saranno protagoniste, venerdì, della tavola rotonda organizzata a Maranello al museo Ferrari dal titolo ‘Creare valore per il territorio. Reinventare il business per competere: banca e impresa a confronto’; appuntamento alle 17. Al dibattito, moderato da Beppe Boni vicedirettore del Carlino, parteciperanno Togni, Piero Ferrari, vicepresidente di Ferrari, Franco Stefani, presidente e fondatore di System, Andrea Melegari, evp di Expert System, Riccardo Pianesani, ad di Ilpa e Fabio Ferrari, ceo di Energy Way. Introdurrà i lavori Franco Mosconi, docente di Economia industriale all’Università di Parma.

«Essere banca del territorio significa sentirsi pienamente integrati nel contesto socio-economico in cui si opera – spiega Togni – ciò è tanto più importante in una situazione come quella attuale in cui, dopo un lungo periodo di recessione, si rafforzano i segnali di ripresa».