Modena, 25 dicembre 2017 - L'Azimut Modena conferma come tra i fratelli Ngapeth e il coach Radostin Stoytchev ci sia ormai una rottura quasi insanabile. "In merito a quanto apparso nei giorni scorsi su alcuni organi di stampa, Modena Volley fa presente che gli atleti Earvin e Swan Ngapeth, in primavera, liberamente e conoscendo i progetti tecnico-sportivi del club, hanno firmato un contratto di rinnovo fino al 2020 con la scrivente società - spiega l'Azimut in una nota -. Nella mattinata di venerdì i giocatori Earvin e Swan Ngapeth hanno bruscamente affrontato – in un momento di confronto – l’allenatore Radostin Stoytchev manifestando a lui e successivamente ai vertici della società l'intenzione di non proseguire il loro rapporto con il club".

Modena volley, quindi, sottolinea che dopo questa decisione "ha fatto seguito l'assenza di entrambi all’allenamento nel pomeriggio di venerdì, della seduta del sabato e della domenica. Il tutto a conclusione di una travagliata settimana dove il tesserato Earvin Ngapeth era già rientrato in ritardo di una giornata (mercoledì) sul permesso di due giorni concesso dal tecnico dopo il successo di Perugia - conclude la nota dell'Azimut -. La Società sta valutando quali misure adottare nei confronti dei due tesserati, ad oggi, a tutti gli effetti, vincolati a Modena Volley. Il club, augurando buone feste ai suoi sostenitori, intende rassicurarli: tutelerà in ogni sede i propri diritti nel rispetto della nostra grande passione popolare".