Russell Crowe ad Ascoli, stasera occhio a Sanremo e a luglio concerto in città

Sarà in città con la band con cui è partito per un tour che comprende anche concerti italiani . E oggi è al festival dove c’è anche Fioravanti

Russell Crowe

Russell Crowe

Ascoli Piceno, 8 febbraio 2024 – Russell Crowe potrà ritirare personalmente la cittadinanza onoraria che gli è stata conferita dal Comune di Ascoli. Lo farà a luglio, quando sarà nel capoluogo Piceno, ma non per girare un film (magari in futuro, chissà), bensì per cantare. L’attore premio Oscar, dopo la parentesi sanremese (sarà ospite stasera della terza serata del Festival di Sanremo), tornerà infatti in Italia con i ‘Russell Crowe & The Gentlemen Barbers’, la band con cui è partito per un tour che comprende anche concerti italiani, prodotti da Giuseppe Rapisarda Management. E tra le date della sua tournée nel Belpaese non poteva mancare quella nel capoluogo Piceno, dove lui è il suo gruppo si esibiranno l’11 luglio.

Approfondisci:

Russell Crowe a Sanremo 2024: “L'influenza dell'Italia nel mondo è grande. Dovreste esserne orgogliosi”

Russell Crowe a Sanremo 2024: “L'influenza dell'Italia nel mondo è grande. Dovreste esserne orgogliosi”

Le altre tappe sono: Roma (23 giugno, parco Archeologico del Colosseo, Tempio di Venere), Pompei (9 luglio, anfiteatro degli scavi), Piacenza (13 luglio, palazzo Farnese), Varese (14 luglio, giardini Estensi) e Bologna (16 luglio, teatro Comunale Nouveau). ‘Rivisitiamo numerosi successi della storia della musica - dice Russell Crowe - ridando vita a brani iconici, attraverso nuovi arrangiamenti, per regalare al pubblico un’esperienza davvero straordinaria’. I rapporti con la band risalgono a 30 anni fa: David Kelly (batteria) e Stewart Kirwan (tromba) erano membri dei Thirty Odd Foot of Grunts, oltre a suonare con Crowe in The Ordinary Fear of God, che includeva Stuart Hunter (piano) e Chris Kamzelas (chitarra). James Haselwood (basso) si è inserito perfettamente all’interno della band che vede anche le voci di Stacey Fletcher, Susie Ahern e Britney Theriot. "Il mio viaggio verso il cinema inizia suonando – continua l’attore –, facendo tournée e pubblicando dischi. Questo lavoro mi ha portato al teatro musicale (Grease, Rocky Horror Show, Blood Brothers) e, miracolosamente, un regista mi ha visto recitare in Blood Brothers chiedendomi di fare un provino".

I nsomma, Russell Crowe, noncurante (o ignaro) delle diatribe che ci sono state dopo il suo annuncio di avere origini italiane, e per l’esattezza ascolane, ha scelto Ascoli per una delle sue pochissime tappe italiane del tour. Stasera sarà al Festival di Sanremo e chissà se avrà modo di incontrare il sindaco di Ascoli, Marco Fioravanti, anche lui nella cittadina ligure in questi giorni per promuovere il territorio nell’ambito di ‘Marche in Festival’, iniziativa voluta e sostenuta dalla Camera di Commercio delle Marche, da Regione Marche, Anci Marche e Bim Tronto.