L’evento di Bimbo Tu in aiuto dei ragazzi: la cena dei ‘mille’ e le Torri illuminate

Grande successo per l’iniziativa dedicata ai problemi legati al cibo. Tra le personalità sedute alla tavolata anche l’astronauta Paolo Nespoli. Il ricavato al Centro regionale per i disturbi alimentari del Bellaria

Bologna, 1 giugno 2024 – Mille persone sedute a tavola sotto la magnifica cornice delle Due Torri. Questa sera in via Rizzoli, sulla falsariga dell’evento dello scorso anno, B.Great è tornata con una seconda edizione nel cuore della città in nome della beneficenza e nonostante il cantiere che occupa la zona della Garisenda.

Successo per la cena dei 'mille' di Bimbo tu in via Rizzoli (foto Schicchi)
Successo per la cena dei 'mille' di Bimbo tu in via Rizzoli (foto Schicchi)

"Tutta Bologna è al nostro fianco e si sta schierando con noi. Siamo qui per dare un sostegno ai nostri progetti", afferma Cora Querzé, direttrice generale di Bimbo Tu. Con la solidarietà al primo posto e dal titolo "Intelligenza alimentare", questa sera la lunga tavolata organizzata da BimboTu e con main partner Banca di Bologna, ha illuminato e decorato di lilla e bianco il centro città. E sono tante le persone passate anche solo per fare una foto alla tavolata o immortalare la bella scenografia. Il ‘grazie’ di Alessandro Arcidiacono, presidente della Fondazione va soprattutto ai volontari, "il vero cuore della nostra associazione", e a chi "ha creduto in noi ed è qui nella nostra via più bella".

Dopo i 25mila euro raccolti nel 2023 per finanziare il Bellaria research center, la cena a cui ha partecipato anche l’astronauta Paolo Nespoli e firmata dallo chef Max Poggi, sostiene i progetti di sensibilizzazione per bambini e ragazzi che soffrono di Disturbi dell’alimentazione e della nutrizione, all’interno del centro regionale che, dallo scorso settembre è collocato all’interno del Bellaria e diretto dalla professoressa Antonia Parmeggiani: "Una situazione che peggiora di anno in anno. Abbiamo il dovere di fare qualcosa in termini di prevenzione perché rispetto al periodo pre covid seguiamo il 30 per cento in più di pazienti". Un tema a cui anche lo chef Poggi di Ingrediente Italia è molto legato.

Il suo menù, preparato per la serata, è inclusivo e sostenibile: rape tonnate come antipasto; come primo piatto la lasagnetta croccante, melanzane, ricotta, pomodoro fresco e basilico e, per i celiaci, il risotto Kefir e verdure alla brace, per i bimbi invece i tortellini alla panna; come secondo c’è stata la zucchina confit, salsa all’uovo e fiori di zucca o cotoletta e patatine fritte per i bambini; infine, il dessert del pasticciere Gabriele Spinelli è un tiramisù di ricotta e fragoline Fabbri.

Come sottolinea l’assessore comunale alla Salute Luca Rizzo Nervo, stasera "sotto le nostre Torri che tanto ci hanno preoccupato in questi mesi abbiamo dimostrato che la salute è un tema importante per i bolognesi, perché tutti fanno la loro parte".