Da 5 a 20 gradi alle dieci di sera. Vento e caldo: cocktail da paura. Strage di alberi, danni e feriti

Raffiche violentissime anticipate da una improvvisa crescita della temperatura. Chiuse scuole e cimiteri. Tendone del circo crollato, auto e case semidistrutte. Allerta per i fiumi .

Bologna, 3 dicembre 2023 – Venti di burrasca, mareggiate e paura (soprattutto in Toscana con onde alte 4 metri a Livorno), acqua alta a Venezia, tempeste di neve, uno scialpinista di 66 anni morto travolto da una frana sulle Dolomiti in provincia di Belluno. E il Po che in 24 ore è salito di oltre due metri.

Approfondisci:

Vento forte e caldo anomalo, l’esperto: "Colpa del foehn appenninico"

Vento forte e caldo anomalo, l’esperto: "Colpa del foehn appenninico"
Strage di alberi, danni e feriti
Strage di alberi, danni e feriti

Eccolo, il maltempo. Ha colpito duro anche in Emilia-Romagna e Marche. Un po’ di ansia per i fiumi (sopratuttto dopo ciò che è successo in maggio), monitorati i corsi d’acqua del Reggiano e del Modenese, casse di espansione in funzione in Emilia.

Ma il vero protagonista è stato il vento, insieme al caldo. Sì, il caldo. In molte località delle due regioni si è verificato un fenomeno singolare: venerdì dalle 8 di sera alle 10, la temperatura è cresciuta, è più che raddoppiata, arrivando (a buio pesto) a supeare anche i 20 gradi. Due ore prima ce n’erano 5 o 6.

Le raffiche di vento hanno poi fatto una strage di alberi, dal Riminese al Cesenate, passando per Pesaro, Ancona e un po’ tutta la riviera marchigiana.

A San Marino è crollato il tendone del circo e due persone sono rimaste ferite; a Riccione le raffiche hanno danneggiato una tensostruttura vicina allo stadio del nuoto e sradicato un enorme pino che ha provocato una temporanea fuga di gas. Nel Reggiano evacuate due famiglie; la forza del vento ha fatto volar via il tetto dell’abitazione. Emergenze in molte altre località, centinaia di interventi da parte dei vigili del fuoco.

Approfondisci:

Maltempo Bologna, cade il pollice di una statua dalla volta della Cattedrale di San Pietro

Maltempo Bologna, cade il pollice di una statua dalla volta della Cattedrale di San Pietro

Il vento, nel Pesarese, è arrivato a soffiare ai 110 km orari. Chiusi dei cimiteri, stop alle scuole a Jesi e Osimo.Gli alberi caduti hanno travolto abitazioni e auto in sosta: un mezzo miracolo che non ci sia scappata la tragedia.

Meteo pazzo, si diceva: dal vento al caldo. A Macerata rinviata l’apertura natalizia, prevista per ieri, della pista di pattinaggio sul ghiaccio. Ghiaccio che, incredibile, si scioglieva. Per la giornata odierna è prevista un’allerta arancione nella pianura modenese dell’Emilia Romagna.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro