Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
14 apr 2022

In Cantina Bentivoglio trova casa l’orchestra ’Bologna in Jazz’

14 apr 2022

E’ una consuetudine nella storia e nell’attualità dei club jazz, creare formazioni stabili che riflettano, e siano capaci di interpretare, lo spirito del locale che le esprime. Così all’interno della Cantina Bentivoglio di via Mascarella si è creato un gruppo, Bologna in Jazz che, sotto la direzione di Michele Corcella, si esibisce ogni mese, mettendo insieme i talenti più originali della scena bolognese, accompagnati da tanti ospiti. Sarà possibile ascoltarli questa sera (ore 22), prossima data il 20 maggio

Corcella, anche la Cantina Bentivoglio ha adesso il suo gruppo residente.

"Su sollecitazione del gestore Giovanni Serrazanetti, abbiamo sviluppato una esperienza in sintonia con quanto abitualmente accade nei club, in America in particolare, facendo nascere una formazione i cui concerti diventassero un appuntamento fisso per gli appassionati. Un ottetto composto da solisti che vantano carriere internazionali e che hanno scelto Bologna per vivere, aperto ad artisti di altri luoghi".

Cosa vi accomuna?

"Una concezione moderna del jazz, che sintetizza citazioni e flussi culturali diversi, cosmopoliti. Noi proponiamo musica di grande rigore esecutivo, ma sempre godibile".

Poi il gruppo si è ampliato.

"Io insegno composizione jazz al Conservatorio Martini e ho la fortuna di veder crescere, ogni anno, una generazione di nuovi musicisti di grande bravura, già pronti per una vera carriera professionale. Così, da otto, i componenti della nostra Orchestra sono diventati dieci, con l’inserimento di due giovani che arrivano proprio dalle aule di piazza Rossini".

Come si svolge il concerto dell’Orchestra Bologna in Jazz?

"È diviso in due parti. Nella prima eseguiamo delle composizioni originali. Stasera presenteremo una mia opera, ‘Hank’s Lovers’, ispirata alle poesie di Charles Bukowksy. Poi ci sarà spazio per nuovi arrangiamenti di partiture che arrivano non solo dal jazz, ma anche dal rock".

pier. paco.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?