La sensibilità di Cna e degli chef per il percorso di accoglienza di Ageop

Migration

Un’iniziativa solidale che mostra la sensibilità di Cna: è questo ‘Una cena con il cuore’, la cena dell’associazione dedicata ad Ageop Ricerca per sostenere e finanziare l’accoglienza dei piccoli pazienti dell’Oncoematologia pediatrica del Sant’Orsola. La serata di martedì prossimo in Sala Borsa vede la partecipazione e la collaborazione di imprese e di sponsor associati a Cna: "Nonostante la crisi e il momento economico difficile che stiamo vivendo – dice Marco Gualandi, vicepresidente di Cna – gli imprenditori hanno deciso di abbracciare la causa". Tra i sostenitori, anche Fondazione Impresasensibile. "Partecipare significa mostrare la sensibilità del terzo settore", racconta Veronica Tringali, di Labor soluzioni d’impresa srl. Il ricavato sarà devoluto al percorso di accoglienza di Ageop: "Con Cna abbiamo scelto uno scopo preciso – spiega Giada Oliva, coordinatrice di Promozione e Comunicazione di Ageop-. I periodi di cura sono lunghi e le nostre case sono organismi vitali per l’assistenza dei bimbi e delle loro famiglie". Col patrocinio del Comune, la cena conta un massimo di 150 coperti. Il costo di partecipazione è di 100 euro: menu di qualità grazie al lavoro dei cuochi Michele Cocchi, Max Poggi, Mario Ferrara e Paolo Carati. "La squadra è vicina allo scopo della serata", assicura Cocchi.

Mariateresa Mastromarino