FILIPPO MAZZONI
Sport

Fortitudo Giuri e Aradori per ripartire

Basket serie A2 Ore 18 a Porto Empedocle: coach Caja contro Agrigento farà esordire il nuovo play, ritrovando nei dieci anche il bomber

Fortitudo Giuri e Aradori per ripartire

Fortitudo Giuri e Aradori per ripartire

L’esordio di Marco Giuri, il ritorno (da valutare) di Pietro Aradori e un secondo posto da confermare. Sono tanti i motivi di spunto per una Fortitudo che, alle 18, al PalaMoncada di Porto Empedocle, affronta Agrigento.

Fortitudo seconda nel girone Rossa e a caccia di punti per consolidare la posizione, Agrigento ultimo nel girone Verde. Un testa-coda fondamentale per entrambe le squadre. La diversa classifica è la cartina tornasole di un’evidente diversa qualità tra le due squadre, anche se Agrigento in casa è sempre stata avversaria tutt’altro che arrendevole. In ballo ci sono punti importanti tra due club che vogliono crescere.

In casa Fortitudo ci sarà l’esordio di Giuri. Il playmaker brindisino, ex Treviglio sarà subito in campo con la canotta numero 22 sulle spalle. Vice Fantinelli o al fianco del capitano, Giuri, giocatore di esperienza e qualità è l’elemento giusto al posto giusto. L’arrivo del play-guardia va a completare un reparto di esperienza, stazza e qualità. Coach Attilio Caja è stato cosi accontentato, anche se è mancata la ciliegina sulla torta biancoblù, con l’arrivo di Giovanni Pini sfumato quando tutto sembrava fatto.

Con o senza Pini è comunque una Fortitudo che può, e che deve, puntare in alto in questo finale di stagione regolare e poi nei playoff. Lo status che Matteo Fantinelli e compagni si sono conquistati è proprio quello di grande del campionato, adesso serve confermarlo. Le buone notizie in casa Fortitudo non arrivano in ogni caso solo dal mercato. Aradori da venerdì ha ripreso ad allenarsi, per cui è partito con la squadra e sarà almeno a referto con Agrigento. Fortitudo al completo, con l’esclusione tra i dieci senior a referto di Taflaj dato in non perfette condizioni fisiche.

Sull’altra parte della barricata Agrigento proverà a fare lo sgambetto alla Flats Service. "Sarà una partita molto complicata, perché l’avversario è di primo livello – conferma il coach dei siciliani Damiano Pilot –. Stimo e rispetto molto Caja sta facendo un grandissimo lavoro partendo da un sistema difensivo tra i più solidi di tutta quanta l’A2, unito a un attacco che ultimamente sta trovando anche soluzioni da giocatori della panchina. Attraversiamo due momenti totalmente differenti, noi abbiamo un piccolissimo lumicino di speranza, però dobbiamo cercare di tirar fuori qualcosa e dobbiamo farlo davanti al nostro pubblico". Direzione di gara affidata a Masi, Chersicla e Coraggio.

Le altre gare: Latina-Verona 71-70, Trapani-Trieste 81-73, Juvi Cremona-Nardò 73-68, Urania Milano-Cividale 92-94, Treviglio-Orzinuovi 79-78, Vigevano-Forlì, Monferrato-Udine, Cantù-Piacenza, Rieti-Cento, Luiss Roma-Chiusi, Torino-Rimini.

La classifica: Forlì 48; Fortitudo Bologna e Udine 42; Verona 36; Trieste 34; Rimini e Cividale 30; Piacenza 28; Cento 26; Nardò 22; Orzinuovi 18; Chiusi 16.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su