A settembre i ragazzi torneranno sui banchi
A settembre i ragazzi torneranno sui banchi

Ancona, 28 luglio 2020 – “Nelle Marche la campanella suonerà lunedì 14 settembre”. Lo annuncia l’assessore all’Istruzione Loretta Bravi dopo che in giunta è stata approvata la delibera relativa alla modifica del calendario scolastico 2020/2021. Mentre resta ancora incerta invece la sorte del settore 0-3 anni e cioè gli asili nido.

“In base al piano triennale approvato lo scorso anno nell’ambito della programmazione regionale, la scuola sarebbe dovuta ricominciare il 15 settembre – spiega l’assessore Bravi - . In seguito però all’emergenza sanitaria connessa alla pandemia Covid-19 che ha gravemente colpito tutti i settori, compreso quello della comunità scolastica, a livello nazionale il Ministero dell’Istruzione ha avviato un proficuo lavoro in sede di cabina di regia Covid-19 unitamente alle Regioni ed enti locali al fine di operare un adeguato coordinamento delle azioni su tutto il territorio nazionale per la ripresa delle normali attività scolastiche a settembre 2020. Per garantire l’unitarietà organizzativa nella programmazione dei servizi per la ripresa delle attività didattiche in linea con gli indirizzi del Ministero dell’Istruzione, il calendario scolastico della Regione Marche è stato quindi modificato stabilendo l’inizio delle lezioni in data 14 settembre 2020. Il termine resta invece quello del 5 giugno 2021”. Per gli asili nido “le linee ministeriali non sono ancora state fornite e al momento non possiamo quindi intervenire” spiega l’assessore Bravi.

Le vacanze dell'anno scolastico 2020 - 21

Oltre alle domeniche, l’anno scolastico 2020/2021 può contare su dieci festività nazionali che salgono a undici con il patrono. Eccole: 1 novembre, 8 dicembre, Natale, Santo Stefano, Capodanno, Epifania, Lunedì dell’Angelo, 25 aprile, 1° maggio e 2 giugno. Le lezioni saranno sospese anche per la commemorazione dei defunti (2 novembre).

Le vacanze di Natale andranno dal 24 dicembre e al 5 gennaio, mentre quelle pasquali andranno dai tre giorni precedenti la domenica di Pasqua al martedì immediatamente successivo al Lunedì dell’Angelo. Cadendo Pasqua il 4 aprile, i libri resteranno chiusi dall’1 al 6 aprile compreso.