Amministrative 2024 Emilia Romagna, Italia Viva: “Sul solco di Bonaccini, no a estremismi”

Azione, invece, non esclude la convergenza con il centrodestra in caso di candidati civici. Matteo Renzi a Bologna per lanciare la campagna elettorale per le europee

Bologna, 6 novembre 2023 – Italia Viva guarda ai prossimi appuntamenti elettorali, dalle Comunali alle Europee, fino alla grande partita delle Regionali. E nell'annunciare il nuovo gruppo di Iv all'interno della maggioranza di centrosinistra che sostiene di Stefano Bonaccini in Emilia-Romagna, composta da Mauro Felicori (che è anche assessore regionale alla Cultura), Pasquale Gerace e la capogruppo Giulia Pigoni, detta la linea per i prossimi appuntamenti elettorali.

Italia Viva: Mauro Felicori, Pasquale Gerace, la capogruppo Giulia Pigoni
Italia Viva: Mauro Felicori, Pasquale Gerace, la capogruppo Giulia Pigoni

Prima certezza, in risposta anche alle grandi manovre nel campo di Azione che, con il senatore Marco Lombardo (ieri presente in prima fila al Congresso di Fratelli d’Italia) non ha escluso convergenza con il centrodestra in caso di candidati civici, Iv esclude a priori gli "estremismi" (di Lega e FdI) e frena su un eventuale asse in vista delle prossime amministrative in Emilia-Romagna. Nessuna strizzata d'occhio al centrodestra, insomma, anche perché "Forza Italia - come nota la leader del nuovo gruppo di Italia viva in Regione - a oggi non propone nemmeno un candidato in alternativa a Lega e Fratelli d'Italia in tutta l'Emilia-Romagna". Per il resto, "la linea è partire dalla qualità dei candidati, escludendo gli estremismi, da una parte e dall'altra". Nulla è scontato, insomma, per l'alleanza di centrosinistra che verrà: "Se ci chiameranno ci siederemo al tavolo di coalizione, in caso contrario non avremo problemi a smarcarci". E, quindi, a proporre un altro candidato, per "un'alternativa di centro". L'assessore regionale alla Cultura Felicori su questo tema fa un appunto agli 'alleati' del Pd: "Discutono dei sindaci come se andassero da soli alle amministrative, invece andrà fatta una discussione alla pari con tutte le forze". Stesso ragionamento, da Pigoni, anche per le Regionali 2025 visto che tutto dipenderà dall’eventuale candidatura del centrosinistra: se nel solco dell’esperienza di Bonaccini ok, in caso contrario si vedrà. 

A gestire le prossime mosse il leader Matteo Renzi che, giovedì, sarà all'hotel Sydney di via Michelino per il tuo tour ‘Volare Alto’. "Non saremo timidi perché c'è molto bisogno di centro in Emilia-Romagna", assicura Pigoni. "C'è  un enorme spazio", insiste Felicori. Presente, alla presentazione del nuovo gruppo in Regione, anche Stefano Mazzetti, segretario regionale di Italia Viva. L’obiettivo, per dirla con l’assessore regionale alla Cultura è "creare una classe dirigente di Iv perché per quanto Renzi sia grandissimo non amo i partiti personali".