Broso è l’ex di turno assieme ad Esposito, per il Fano a Chieti gara delicata contro un avversario di rango che giocherà in formazione tipo
Broso è l’ex di turno assieme ad Esposito, per il Fano a Chieti gara delicata contro un avversario di rango che giocherà in formazione tipo
Sarà il Chieti a dire se il Fano potrà da subito nel lotto delle prime. La sconfitta contro il Castelnuovo Vomano ha lasciato il Fano fermo a metà classifica e questa seconda trasferta consecutiva in terra d’Abruzzo dovrà rivelare la squadra granata ha le qualità e le capacità per stare in alto o se le ambizioni dovranno essere riposte per il momento. Magari in attesa di tempi migliori. Nelle prime tre gare il Fano ha raccolto una vittoria, un pari e una sconfitta, per cui la gara di domani a Chieti costituisce, se vogliamo, un primo spartiacque. Una seconda...

Sarà il Chieti a dire se il Fano potrà da subito nel lotto delle prime. La sconfitta contro il Castelnuovo Vomano ha lasciato il Fano fermo a metà classifica e questa seconda trasferta consecutiva in terra d’Abruzzo dovrà rivelare la squadra granata ha le qualità e le capacità per stare in alto o se le ambizioni dovranno essere riposte per il momento. Magari in attesa di tempi migliori. Nelle prime tre gare il Fano ha raccolto una vittoria, un pari e una sconfitta, per cui la gara di domani a Chieti costituisce, se vogliamo, un primo spartiacque. Una seconda sconfitta a quattro giorni di distanza dalla precedente sarebbe un segnale negativo pericoloso per la società del presidente Russo, viceversa una vittoria rimetterebbe l’Alma in carreggiata, facendo dimenticare subito la imprevista battuta d’arresto. Il Chieti si annuncia avversario tutt’altro che facile. I neroverdi, che in classifica viaggiano a 6 punti rispetto ai 4 del Fano, hanno segnato in questo primo scorcio di stagione un andamento del tutto particolare: hanno ottenuto due vittorie in trasferta (2-0 al Nereto e 2-1 al Porto d’Ascoli) e subito una sconfitta proprio di fronte al pubblico amico (0-2 contro l’Atletico Terme Fiuggi). La sua punta di diamante è il nigeriano Franklyn Akammadu, centravanti di 23 anni, che ha già segnato 3 reti, acquistato quest’anno dal Campodarsego dove ha trovato nello scorso campionato la sua consacrazione giovando 30 gare e segnando 7 reti. Lui, così come il mediano Discovic, ex Agnonese, e il quinto di sinistra Pietrantonio hanno superato i rispettivi acciacchi settimanali. L’allenatore Lucarelli dovrebbe confermare l’undici che ha vinto in trasferta con Porto d’Ascoli. Due gli ex in campo: Esposito e Broso. Per i tifosi fanesi che intendono seguire la squadra in questa trasferta, la società teatina ha comunicato che i biglietti per il settore ospiti saranno venduti il giorno della gara presso il botteghino del settore al costo di 10 euro (prezzo unico e valido per tutti). Per poterlo acquistare, tuttavia, è obbligatoria la prenotazione preventiva da effettuare entro e non oltre le ore 13 di oggi, inviando una e-mail al seguente indirizzo: prenotazioni.chietifc@gmail.com indicando nome e cognome, data e luogo di nascita. In assenza di prenotazione non sarà rilasciato alcun tagliando e il tifoso sarà invitato ad allontanarsi dall’impianto e segnalato alle forze dell’ordine presenti. Obbligatorio avere il green pass valido o un referto di un tampone negativo effettuato entro le 48 ore antecedenti alla gara. La società granata invece ha scelto Giuseppe di Cuonzo quale nuovo mister della squadra Junories nazionale. Di Cuonzo, 66 anni, proveniente dall’ Alfonsine in Eccellenza, ha allenato anche Borgorotondo, Levanto e OltrepoVoghera, oltre ad essere stato osservatore del Pescara e responsabile dell’area tecnica del Giulianova.

s.c.