Quotidiano Nazionale logo
23 apr 2022

Rebus attaccanti per la Spal Melchiorri e Latte in pole?

Il primo è decisamente il più in palla, il secondo sembra il più adatto per una gara di sacrificio e contropiede. Con la variabile Rossi a gara in corso

Infortuni e squalifiche non lasciano a mister Venturato grosse alternative in difesa e a centrocampo, dove ci si aspetta il rientro dal primo minuto di Meccariello e probabilmente di Mora.

È sul fronte offensivo che si affollano i dubbi del tecnico di Atherton, chiamato a scegliere il tandem da schierare al Rigamonti.

Nell’ultimo turno l’allenatore ha rinnovato la fiducia a Vido e Colombo, autori però di una prestazione insufficiente sotto ogni punto di vista: il primo è stato sostituito alla fine del primo tempo, il secondo ha lasciato il campo dopo una ventina di minuti della ripresa senza riuscire a rendersi pericolosi. Non ha fatto meglio Finotto, gettato nella mischia subito dopo l’intervallo. Si è dovuto attendere l’ingresso di Melchiorri (foto) e Rossi per vedere finalmente qualcosa di buono, e non è un caso che il gol del pareggio sia stato confezionato proprio dagli ultimi attaccanti inseriti sul terreno di gioco.

Rivederli in coppia sul campo del Brescia – quantomeno dal primo minuto – però appare piuttosto improbabile. Se per caratteristiche il centravanti di Treia ha buone possibilità di indossare una maglia da titolare, per Pepito invece si profila un’altra partita con un impiego part-time.

Con l’obiettivo di fare ancora la differenza nel secondo tempo quando i ritmi saranno inevitabilmente più bassi.

Ma allora chi potrebbe essere la spalla di Melchiorri, ammesso che al Rigamonti lo staff tecnico decida di puntare effettivamente su di lui? Considerando che con tutta probabilità per la Spal sarà una partita di sacrificio, con le rondinelle chiamate a vincere per continuare ad inseguire il sogno della promozione diretta, mister Venturato potrebbe optare per una punta particolarmente abile nell’attaccare gli spazi.

Un giocatore quindi funzionale ad una gara da giocare principalmente dietro la linea della palla, con licenza di colpire in contropiede.

Praticamente l’identikit di Latte Lath, che ha regalato alla Spal il pareggio in pieno recupero col Perugia. Lunedì scorso è rimasto in panchina, ma in una partita come quella di Brescia potrebbe essere rilanciato.

Finotto non ha più la velocità di qualche anno fa, ma pure lui in campo aperto si trova a proprio agio.

Le altre opzioni portano alle punte bocciate nelle ultime giornate. Colombo e Vido hanno giocato in coppia sia a Lecce che in casa col Crotone, restando a secco in entrambe le occasioni.

Anzi, l’azzurrino è a bocca asciutta da 20 gare consecutive, mentre l’ex Cremonese da sette!

La scelta degli attaccanti è strategica per la gara del Rigamonti e più in generale per il rush finale, perché difficilmente la Spal riuscirà a centrare la salvezza diretta senza i gol delle sue punte. Stefano Manfredini

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?