I lavoratori di Mercatone Uno in un sit in di protesta
I lavoratori di Mercatone Uno in un sit in di protesta

Imola, 12 giugno 2019 - Banca di Imola, componente del gruppo Cassa di Ravenna, per "sostenere rapidamente le famiglie coinvolte e penalizzate" dalla crisi di Mercatone Uno (una sessantina i dipendenti nella sola sede di via Molino Rosso, circa 40 dei quali residenti in città) ha deliberato una serie di iniziative a favore dei dipendenti, fra le quali, per coloro che ne facciano espressa richiesta e risultino in regola col pagamento delle rate, la sospensione delle stesse per i mutui ipotecari in essere con la banca per la durata massima di 12 mesi.

LEGGI ANCHE Di Maio: "Sbloccherò subito la Cig" - Come chiedere il rimborso - Intesa San Paolo sospende le rate dei mutui 

Nel frattempo anche l'Abi, l'Associazione bancaria italiana, scende in campo per i lavoratori di Mercatone Uno in difficoltà e annuncia che "sensibilizzerà ulteriormente le banche operanti sui territori interessati affinchè valutino nell'immediato l'adozione di iniziative adeguate a fronteggiare pro tempore le esigenze dei lavoratori".

Per un corretto inquadramento della questione, aggiunge però l'Abi, "è essenziale conoscere le statuizioni dell'autorità giudiziaria e le soluzioni che saranno adottate dai tavoli tecnici aperti nei ministeri e conoscere anche se sono state assunte iniziative di settore rispetto alle quali valutarne di eventuali altre che siano sinergiche".

LA SCHEDA Cinque anni vissuti con il fiato sospeso

Inoltre, è "importante" conoscere "con certezza la situazione in cui versa l'azienda, sia relativamente alla sua struttura commissariale corrente sia, in maniera più specifica, in ordine allo status giuridico dei suoi lavoratori". Di fronte a questi elementi, aggiunge Abi, è possibile ipotizzare specifiche misure di supporto.