La Formula 1 tornerà a Imola il 24 aprile 2022
La Formula 1 tornerà a Imola il 24 aprile 2022

Imola (Bologna), 15 ottobre 2021 – Ora è ufficiale: il Gran premio di Formula 1 si correrà a Imola per il terzo anno consecutivo. Il Circus tornerà in riva al Santerno il 24 aprile 2022. Per quella data, è previsto anche il ritorno del pubblico sulle tribune dell’Enzo e Dino Ferrari a distanza di 16 anni dall’ultimo Gp di San Marino.

Nel calendario da 23 gare approvato oggi a Parigi dal Consiglio mondiale della Federazione internazionale dell'Automobile, il Gran premio del made in Italy e dell’Emilia-Romagna (confermato per ulteriori tre anni, quindi fino al 2025), inserito in sostituzione della Cina, è la prima tappa in Europa. Il Mondiale inizierà in Bahrain il 20 marzo, per proseguire la settimana successiva in Arabia Saudita. Dopo sette giorni di pausa si volerà in Australia (10 aprile), per poi approdare a Imola. L’Italia avrà due Gran premi: l’11 settembre si correrà infatti a Monza.

"F1 sul Santerno per anni, il sogno è realtà"

Bonaccini: "Il sogno è realtà"

"Il sogno diventa realtà. Grazie a un vero lavoro di squadra fra territorio e Governo, che ha accolto e sostenuto la proposta che avevamo presentato come Regione Emilia-Romagna, quella di un accordo pluriennale che riportasse stabilmente la Formula uno a Imola a partire dal prossimo anno e fino al 2025. Il 24 aprile 2022, se sarà davvero confermato che il Consiglio mondiale della Federazione internazionale dell'automobile ha approvato il calendario 2022, avremo quindi un Gran premio del Made in Italy e dell'Emilia-Romagna splendido, che riporta stabilmente il circuito 'Enzo e Dino Ferrarì nello scenario che merita, come tantissimi appassionati in Italia e nel mondo chiedevano". È il commento di Stefano Bonaccini, presidente dell'Emilia-Romagna.

Di Maio: "Questa è l'Italia che eccelle"

"L'Italia è l'unico Paese ad avere due gran premi di F1: Monza e, appunto, Imola", sottolinea il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, in un post su Facebook.  "Un lavoro di squadra, per il quale ringrazio i ministri Giovannini e Franco e che ha visto un importante impegno finanziario del ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, oltre che la sinergia tra governo centrale e Regione Emilia-Romagna. Con il presidente Stefano Bonaccini infatti abbiamo deciso di unire le forze e riportare a Imola un gran premio prestigioso per tutta l'Italia, volano per il turismo e per tutto il nostro Made in Italy", ha proseguito Di Maio.  "Questa è l'Italia che eccelle, con visione e programmazione, che attraverso competizioni internazionali riesce a mettere in risalto le nostre bellezze e competenze", ha concluso il ministro degli Esteri.