Il playmaker Emanuele Trapani, 22 anni, esulta dopo una vittoria (Alive)
Il playmaker Emanuele Trapani, 22 anni, esulta dopo una vittoria (Alive)
di Luca Monduzzi Imola contro Rimini è il classico Davide contro Golia. Solo che stavolta, complice la classifica e il morale del gruppo, il Davide di turno, ossia l’Andrea Costa, appare meno sfavorito del solito rispetto alla corazzata Riviera Banca Rimini che oggi pomeriggio alle ore 18 (arbitri Giordano e Parisi) al PalaRuggi affronterà gli uomini di coach Federico Grandi. Un derby ritrovato che promette entusiasmo anche sugli spalti con i tifosi imolesi pronti a riempire quasi per intero i posti disponibili (nei limiti della...

di Luca Monduzzi

Imola contro Rimini è il classico Davide contro Golia. Solo che stavolta, complice la classifica e il morale del gruppo, il Davide di turno, ossia l’Andrea Costa, appare meno sfavorito del solito rispetto alla corazzata Riviera Banca Rimini che oggi pomeriggio alle ore 18 (arbitri Giordano e Parisi) al PalaRuggi affronterà gli uomini di coach Federico Grandi.

Un derby ritrovato che promette entusiasmo anche sugli spalti con i tifosi imolesi pronti a riempire quasi per intero i posti disponibili (nei limiti della capienza al 60 per cento) e un centinaio di tifosi riminesi attesi nel loro settore.

"Siamo carichi e contenti di quanto fatto finora – dice alla vigilia coach Grandi – ma adesso l’asticella del livello dei nostri avversari si alza di parecchio. Giochiamo contro una squadra che non ha bisogno di tante presentazioni, esperta, fisica e completa in tutti i ruoli che lotterà per la promozione fino alla fine. Hanno tanto talento, è profonda e ben allenata".

Rivali, Saccaggi, Tassinari, Mladenov, Bedetti, Masciadri e Rinaldi sono i nomi altisonanti che compongono il roster riminese di coach Ferrari, ma anche contro una delle squadra più attrezzate del girone C, coach Grandi non intende snaturare il suo gioco.

"Dobbiamo giocarci le nostre carte migliori, facendo una partita di grande ritmo e attenti in fase difensiva perché Rimini è pronta a punire ogni minima disattenzione".

Va oltre il tecnico della compagine biancorossa. "Dovremo essere al solito aggressivi e anche contro una squadra così forte giocare la nostra pallacanestro. Il controllo dei rimbalzi sarà una chiave importante ma ancora più importante sarà non regalare niente, far sudare loro ogni possesso e anche se hanno il talento per andare a segno, dovranno impattare contro la nostra dura difesa. Per questo sarà molto importante anche la comunicazione in difesa".

Se Rimini ritrova Mladenov, Imola avrà però Corcelli con una settimana di allenamento in più alle spalle ("Ma servirà ancora tempo per averlo al 100 per cento") in una sfida che, al di là di quello che sarà il risultato, darà ulteriore vigore all’ambiente imolese.

"È bello sentire questo calore e l’avvicinamento di tutta Imola – chiude il tecnico Grandi – e proprio per questo ce la metteremo tutta per regalare un bel pomeriggio di basket ai nostri tifosi".

Le altre gare: Luiss Roma-Ancona, Montegranaro-Real Sebastiani Rieti; Npc Rieti-Civitanova Marche; Giulianova-Cesena; Faenza-Teramo; Senigallia-Ozzano; Jesi-Roseto.

La classifica: Roseto, Andrea Costa Imola 12; Real Sebastiani Rieti, Ancona, Npc Rieti 10; Rimini, Senigallia, Ozzano 8; Cesena, Teramo, Faenza 6; Giulianova 4; Jesi 3; Civitanova Marche, Montegranaro, Luiss Roma 2.