Quotidiano Nazionale logo
20 apr 2022

Modena in viaggio ancora con il dubbio Leal

Rinviata ad oggi la decisione su reclamo dei giallobù. Nella migliore delle ipotesi la squalifica potrebbe essere a dimezzata a 2 giornate

L’episodio incriminato con Leal che cerca di colpire Travica (Foto Benda)
L’episodio incriminato con Leal che cerca di colpire Travica (Foto Benda)
L’episodio incriminato con Leal che cerca di colpire Travica (Foto Benda)

È una gara 3 con giudizio pendente, quella che Perugia e Modena si apprestano a vivere stasera al PalaBarton, con la serie in perfetta parità dopo un successo esterno a testa. La Corte d’appello federale infatti ha ascoltato ieri, via remoto, la memoria difensiva di Modena avverso la squalifica di quattro giornate inferta a Yoandy Leal ma, incredibilmente, ha scelto di deliberare soltanto oggi.

Una tempistica che fa capire come sia lontano dal realizzarsi la riduzione a una sola giornata della penalità per lo schiacciatore cubano, che è partito comunque ieri pomeriggio con la squadra, pronto per eventuali sentenze sorprendenti dell’ultimo minuto. Resta la speranza più concreta, per Modena, che la pena venga dimezzata e Leal possa presentarsi regolarmente in campo per gara 4 domenica 24 aprile, ma rimane il disappunto per i tempi imposti dalla Fipav in questa decisione, tempistiche che non fanno che riscaldare ulteriormente gli animi.

Pare che a nessuno importi che il livello di tensione tra le due formazioni si alzi sempre più, né agli attori in campo (vedi le provocazioni reciproche che hanno portato al doppio rosso domenica o il cambio Ricci-Travica ordito da Grbic a fine match), né agli organi preposti a dirimere le contese.

Gli Irriducibili Gialloblù hanno postato una foto con scritto ‘Vergogna’ e un testo più che eloquente: "Questa semifinale sta diventando un’enorme presa per il c***", in riferimento sia a quanto accaduto in campo a livello arbitrale sia alle lentezze degli organi di giustizia, davvero difficilmente spiegabili. Gli ingredienti perché a Pian di Massiano si torni a respirare un clima frizzantino ci sono tutti, non resta che osservare cosa succederà sul campo. Un campo sul quale la scena sarà pressoché identica a quella osservata domenica scorsa al PalaPanini: Modena senza possibilità di errore, con la testa sott’acqua cercando di mantenere il ritmo della Sir Safety alzando il livello dell’agonismo, Perugia col pallino del gioco in mano, la pressione sulle spalle, il compito di disinnescare Ngapeth e Abdel Aziz.

Poca scelta per Andrea Giani, che probabilmente ripartirà con Van Garderen titolare al fianco di Ngapeth, tenendosi il fratello Swan come arma da usare a match in corso. Per il resto Bruno e Abdel Aziz in diagonale principale, Stankovic e Mazzone al centro, Rossini libero con Gollini che dovrebbe rientrare dal virus gastro-intestinale che lo ha costretto al forfait in gara 2. Grbic si affiderà al sei più uno classico: Giannelli con Rychlicki opposto, Anderson e Leon martelli, Solé e Ricci al centro e Colaci libero. Ancora biglietti in vendita al PalaBarton, che sarà vicino al tutto esaurito, arbitri della contesa (sotto pressione anch’essi dopo i fatti delle prime due gare) Goitre e Pozzato, diretta tv su Rai Sport e Volleyballworld.tv e radio sulle frequenze digitali e analogiche di Radio Pico e sul canale Unovolley di Spreaker. Gara 4 si giocherà domenica 24 aprile alle ore 18 al PalaPanini.

Alessandro Trebbi

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?