Vuelle Preso De Laurentiis, Vildera nel mirino

Pesaro sta chiudendo per il ruolo di centro: l’ex Scafati sarà il cambio, come titolare coach Sacripanti punta sul pivot di Trieste

Vuelle Preso De Laurentiis, Vildera nel mirino

Vuelle Preso De Laurentiis, Vildera nel mirino

Il primo tassello è arrivato. La Vuelle ha annunciato ieri la firma di Quirino De Laurentiis, pivot classe ’92, l’anno scorso a Scafati con Sacripanti. Il lungo era stato fra i protagonisti della promozione della Givova nel 2022/23, mentre l’anno scorso poco dopo le dimissioni di Pino aveva lasciato la società campana, passando a Udine. Origini abruzzesi (è nato in provincia di Chieti), è alto 2.07 per 106 kg.

"Sono molto contento di questa esperienza che mi attende a Pesaro - le prime parole del giocatore -, uno dei club di maggior prestigio a livello nazionale. Posso garantire che darò tutto me stesso, il massimo impegno e la massima dedizione nel corso della stagione che sta per partire. Sarà bello anche ritrovare coach Sacripanti che ho avuto come allenatore nel 2021/2022 e, per parte del 2022/2023, a Scafati".

Una reunion che fa particolarmente piacere a Pino che così descrive le caratteristiche del primo acquisto biancorosso: "Farà parte della rotazione dei lunghi - spiega -. Un giocatore completo, con conoscenza del gioco: buonissimo passatore, ha tiro dalla media, sul pick and roll va fino in fondo, insomma lo puoi coinvolgere nel gioco d’attacco perché ti aiuta a svilupparlo. A Scafati lo usavo sia da 4 che da 5, avendo sviluppato il suo tiro da tre che era diventato affidabile. In difesa fa la sua parte, è solido anche se non è un intimidatore, discreto a rimbalzo dove ha senso della posizione pur non essendo un saltatore. Insomma, dalla panchina è un buonissimo acquisto". Non è preoccupato del recente intervento al ginocchio: "No, è stato solo un intervento di pulizia, infatti a Udine ha chiuso in crescendo".

Il percorso cestistico di De Laurentiis inizia nella sua città prima di passare a Castelfiorentino e nel 2012 in DNA, ad Agrigento. Coi siciliani resta fino al 2017, debuttando in A2, poi si trasferisce per due annate a Forlì. Accetta quindi la chiamata di Tortona (vincendo la Supercoppa LNP) e successivamente indossa la canotta di Rieti. Nell’estate 2021 inizia la sua esperienza a Scafati, contribuendo alla promozione della Givova con una media di 19.4’ e 7.4 punti per match con 3 rimbalzi. Nel 2022/23 per la prima volta in carriera è di scena in Serie A, sempre con la maglia dei campani. Nel 2023/24 a stagione in corso viene chiamato da Udine: coi friulani va a referto in 17 match, con una media di 5.5 punti e 4,3 rimbalzi in 14.2’.

La volontà dello staff, adesso, è quella di provare a completare il ruolo con un altro italiano, in modo da poter spendere i due bonus stranieri su altre posizioni: nel mirino c’è Giovanni Vildera, dal 2022 a Trieste.

Elisabetta Ferri