Quotidiano Nazionale logo
26 apr 2022

Cinzia Signoretti, da campionessa di pallamano a capitana della nazionale di Canicross

Le mille vite di Cinzia Signoretti. Campionessa di pallamano, educatrice cinofila e oggi comincia per lei una nuova avventura: capitana della squadra azzurra di Canicross ovvero una versione della corsa campestre in cui si gareggia insieme a un cane. "Si parte per i Mondiali in Francia a Pledran – racconta la stessa Signoretti che vive ad Acqualagna -. Sarò la capitana della squadra azzurra e questo per me è un onore: dalla pallamano in cui ho avuto la stessa fascia, al Canicross. Cambia l’età, ma il cuore è sempre azzurro".

La partecipazione al suo primo Mondiale di questa curiosa ma coinvolgente disciplina parte da lontano. "Dal mio amore per i cani e per tutti gli animali – spiega -, questa passione l’ho unita allo sport che ho sempre praticato ed è nato questo bel connubio che mi sta dando moltissime soddisfazioni". E poi è arrivata la convocazione in Nazionale: "A Cecina si è svolta la gara di Canicross, selettiva per il Mondiale in Francia. Era l’ultimo appuntamento per fare i tempi per andare al Mondiale. Ho fatto il tempo. La mia specialità è il bikejoring. Il mondiale si terrà a Peledran dal 28 al 1 maggio. La nostra Nazionale sarà composta di 48 atleti, di ogni specialità e categoria. Ci sono più di 1000 iscritti. Io andrò con il mio cane che si Lycan un kurzahaar di quasi 7 anni". La specialità di Cinzia è spettacolare, ma anche impegnativa, bisogna possedere gambe forti, fiato, senso dell’orientamento e una grande sintonia con il proprio cane.

"Il bikejoring è una disciplina che consente a uno o più cani di trainare una bicicletta – sottolinea la Signoretti - Questa nuova pratica funziona con un sistema ed un equipaggiamento simile a quello che si usa con i cani da slitta nei paesi nordici. Il bikejoring è una bellissima attività da fare con il proprio cane, divertendosi. Ovviamente bisogna verificare la forza e la prestanza del proprio cane per svolgere questa attività. I cani nordici sono i più adatti perché predisposti a trainare la slitta, sono molto portati anche i cani da caccia e i cani pastore. Anche il conducente della bicicletta deve essere in buona forma in quanto lo sforzo dell’attività viene diviso al 50% fra lui e il cane. Prima di iniziare questo allenamento con il proprio cane bisogna seguire una serie di accorgimenti per poterlo praticare in sicurezza e con l’attrezzatura giusta". Uno sport che ha come particolarità anche l’attrezzatura: "Per praticare bikejoring bisogna comprare una pettorina comoda con la quale imbragare il cane in modo da farlo correre comodo ed in sicurezza – aggiunge -. L’antenna flessibile verrà installata per mantenere in sicurezza il cane e la linea ammortizzata collegherà il cane al mezzo. Deve ssere lunga almeno due metri ed è elastica".

Beatrice Terenzi

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?