Partiti. Ieri pomeriggio la Carpegna Prosciutto ha lasciato la città per raggiungere il ritiro di Lamoli. Ora et labora, perché la squadra è in ritiro a due passi dall’abbazia di Lamoli. Lì si dorme, dopodiché con i pullmini, tutti gli uomini a disposizione di Repesa andranno al palasport di Borgo Pace per iniziare la preparazione. Con la formazione biancorossa solamente il team manager Matteo Magi, altre ai medici ed a tutto lo staff tecnico. Si tratta di un ritiro in due tempi perché fino al 19 la formazione biancorssa sarà ospite delle...

Partiti. Ieri pomeriggio la Carpegna Prosciutto ha lasciato la città per raggiungere il ritiro di Lamoli. Ora et labora, perché la squadra è in ritiro a due passi dall’abbazia di Lamoli. Lì si dorme, dopodiché con i pullmini, tutti gli uomini a disposizione di Repesa andranno al palasport di Borgo Pace per iniziare la preparazione. Con la formazione biancorossa solamente il team manager Matteo Magi, altre ai medici ed a tutto lo staff tecnico.

Si tratta di un ritiro in due tempi perché fino al 19 la formazione biancorssa sarà ospite delle strutture di Lamoli, dopodiché dal 19 al 26 la Carpegna Prosciutto si sposterà a Carpegna e cioè all’ombra degli stabilimenti dello sponsor: l’azienda dei Beretta, fra l’altro, andrà a recuperare anche i vecchi stabilimenti per far fronte alla domanda.

All’elenco dei partenti mancavano solamente i tre americani e cioè Cain, il pivot, Massenat, la guardia, e quindi il play Robinson. I primi due dovrebbero essere in Italia nel corso della giornata di domani. Prima di salire in aereo saranno sottoposti a tampone, dopodiché, oltre ai test seriologici, al loro arrivo saranno sottoposti ad altri due tamponi. "Se ci fossero problemi, per quello che riguarda una eventuale quarantena, nella struttura di Lamoli siano nelle condizioni di poterli ugualmente ospitare tenendoli completamente isolati dal resto della squadra – dice il ds Stefano Cioppi –: avrebbero camere separate con accesso anche ad un giardino".

Insomma una organizzazione messa a punto per tutte le eventualità al fine di procedere speditamente con la preparazione della squadra. Da spola con Pesaro, a seconda delle varie esigenze, sia Cioppi che il nuovo entrato Magnifico.

Per quello che invece riguarda il play Robinson i tempi sembrano essere un po’ più lunghi perché il giocatore, che ha firmato solamente qualche giorno fa, è ancora impegnato in tutti gli adempimenti burocratici. Il suo arrivo e quindi l’inizio del suo lavoro con il resto della squadra, è previsto dopo Ferragosto. Il play potrebbe essere a Pesaro tra il 16 e il 17 di agosto. Potenzialmente potrebbe arrivare anche qualche giorno prima "ma non ha senso perché in quei giorni è tutto chiuso e quindi non potrebbe essere sottoposto ai test seriologici e nemmeno ai tamponi", fanno sapere dalla società.

Per chiudere il roster della Carpegna Prosciutto della prossima stagione, manca solamente un secondo pivot da affiancare a Cain. La società si sta guardando intorno per cercare di piazzare l’uomo giusto al posto giusto. Comunque la ricerca è concentrata su un italiano, un po’ come è accaduto per Totè la passata stagione. Sembra che sia da escludere che il rinforzo sotto i tabelloni possa arrivare da Caserta. Questo almeno viene escluso dallo staff tecnico della Carpegna Prosciutto.