LUIGI SCARDOVI
Cronaca

Piena del Santerno: veloce transito di una seconda ondata

Dopo una pausa di 48 ore, complice la pioggia caduta sul crinale appenninico, il livello dell’acqua è tornato a salire. Ma dopo il picco massimo è iniziata la discesa. Lunedì 6 novembre da allerta arancione si passerà a quella gialla

San Bernardino di Lugo (Ravenna), 5 novembre 2023. Dopo una pausa di poco meno di 48 ore, questa mattina (domenica), complice la pioggia caduta nella notte soprattutto sul crinale appenninico, il fiume Santerno è tornato, sia pure per poche ore, a salire. A Sant’Agata, dove venerdì scorso alle 9.15 il livello idrometrico aveva raggiunto il suo picco massimo (12.20 metri) superando di poco la soglia di allerta arancione , oggi intorno alle 6 si è registrato un nuovo innalzamento fino a circa le 12.30 (soglia di allerta gialla), per poi iniziare a scendere.

Il veloce transito, oggi, di una seconda ondata di piena del Santerno a San Bernardino
Il veloce transito, oggi, di una seconda ondata di piena del Santerno a San Bernardino

Più a valle, nella frazione lughese di San Bernardino (venerdì a mezzogiorno il livello era di 11.95 metri, di pochissimo sotto la soglia rossa), da questa mattina alle 7 il livello è salito di nuovo, raggiungendo il picco massimo alle 15.15 (superata la soglia arancione) per poi iniziare la fase di discesa.

In mattinata l’Unione dei Comuni della Bassa Romagna aveva comunicato che “le piogge attese nella notte in collina, monitorate in tempo reale dalle strutture preposte, si sono esaurite in prima mattina e non hanno prodotto piene significative. Resta attivo il monitoraggio dell’Agenzia di protezione civile fino al totale esaurimento degli effetti di piena degli eventi degli ultimi giorni per rilevare ogni possibile criticità. Per questo motivo è stata emanata un’allerta arancione per criticità idrogeologica per il pomeriggio di oggi, domenica 5 novembre, che passa in giallo per lunedì 6 novembre”.