Quotidiano Nazionale logo
7 apr 2022

Rosanna Lavezzaro nuovo questore di Rimini

Prima donna a ricoprire questo incarico nella città romagnola. Viene da Novara e sostituirà Francesco De Cicco, trasferito a Chieti

Rosanna Lavezzaro, 56 anni
Rosanna Lavezzaro, 56 anni
Rosanna Lavezzaro, 56 anni

Rosanna Lavezzaro è stata nominata questore di Rimini dove prenderà il posto di Francesco De Cicco che, dopo tre anni lascia la città, per andare a dirigere la polizia di Stato di Chieti. La Lavezzaro sarà la prima donna questore a Rimini. Ha 56 anni e oltre a Novara, ha già ricoperto questo incarico a Vercelli. Grande impegno nell’ordine pubblico, a partire dalle partite di calcio di Torino e Juventus sino alle manifestazioni No Tav. Ha lavorato anche nel garantire l’ordine pubblico al G8 di Genova. Sposata, ha due figli di 26 e 24 anni.

E’ nata a Torino e nella città sabauda si è laureata a pieni voti in Scienze Politiche. Ad appena 23 anni è entrata nell’amministrazione della pubblica sicurezza e, terminato il corso di formazione per vice commissario presso l’Istituto superiore di polizia, nell’agosto del 1990 viene assegnata alla questura di Torino. Dal 1992 al 1999 lavora alla Digos, per essere poi nominata vice dirigente dell’intera divisione. Lavora poi per oltre 12 anni all’ufficio immigrazione della questura di Torino, ridisegnando l’intero assetto organizzativo dell’ufficio e sperimentando il sistema di prenotazione via sms per la presentazione delle istanze, sistema che sarà poi esteso all’intero territorio nazionale. Nel febbraio del 2015 è nominata capo gabinetto del questore di Torino. Nel 2001, in occasione del G8 di Genova tiene i contatti con i rappresentanti esteri delle varie forze di polizia presenti per l’evento. Nel 2006 coordina le attività di tutte le forze di polizia impiegate in occasione dei Giochi Olimpici diTorino 2006, mentre nel luglio del 2009 è aggregata a L’Aquila quale responsabile del dispositivo di ordine pubblico nell’ambito del 35esimo vertice del G8.

Ha diretto i più delicati servizi di ordine pubblico in occasione dei lavori del cantiere Tav, ricevendo per questo molti riconoscimenti. Chi la conosce bene la considera una persona estremamente positiva, pur avendo svolto un lavoro a contatto con realtà degradate e pericolose, ha sempre cercato di trovare il bene in ogni persona.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?