Il magazzino Amazon di Castelguglielmo (foto Donzelli)
Il magazzino Amazon di Castelguglielmo (foto Donzelli)

Castelguglielmo (Rovigo), 6 ottobre 2020 - "Dieci dimissioni ad Amazon in dieci giorni, Cisl vigilerà". A dirlo è Francesca Pizzo, segretaria organizzativa della Cisl Padova Rovigo, che denuncia la rinuncia al contratto di lavoro di dieci persone, specificamente iscritti alla Cisl. Sono passate circa due settimane, precisamente dal 21 settembre scorso, quando si è tenuto il taglio del nastro ufficiale del nuovo centro di distribuzione Amazon di Castelguglielmo e San Bellino, annunciando l’assunzione di 900 lavoratori a completo regime della struttura.

AGGIORNAMENTO Amazon Rovigo alla Cisl: "Dimissioni in linea con altri siti"

false

Le figure impiegate e ricercate sono per la maggior parte addetti di magazzino, reclutati almeno inizialmente attraverso le agenzie per il lavoro del territorio. "Un certo turn-over iniziale era da prevedersi – spiega Pizzo, che ha delega al mercato del lavoro – ma le persone che si sono rivolte a noi, già una decina, lo hanno fatto dopo soli 4 o 5 giorni in media di lavoro. Da sottolineare che si tratta di cittadini polesani, assunti con qualifiche medio basse in somministrazione. Tra le motivazioni più frequenti delle dimissioni, carichi troppo pesanti e orari part-time ingestibili. Appare evidente che fin dall’inizio non ci sia stata una sufficiente informazione sulle caratteristiche del nuovo lavoro, sia per quanto riguarda le mansioni che per l’organizzazione del lavoro e le turnazioni. Prevediamo che il turn over iniziale proseguirà ancora per diversi giorni, fino a quando si arriverà probabilmente a una fase di assestamento. Quello che ci preme come sindacato è che le condizioni di lavoro siano tali da evitare ricadute negative in ambito personale e sul piano occupazionale. Può essere il caso di persone –conclude Pizzo – che hanno lasciato un lavoro precedente per tentare un’esperienza nuova in una grande azienda. Il part time in particolare deve essere tale da favorire un equilibrio vita lavoro. La Cisl Padova Rovigo vigilerà perché questo avvenga".
 

Sulla vicenda, il sindaco di San Bellino Aldo D’Achille afferma: "Non sono a conoscenza di questa notizia. I dati comunicati da Amazon ad oggi sono dei contratti a tempo indeterminato, che hanno superato i 250 e di questi oltre il 70% è residente in Veneto e oltre il 50% in provincia di Rovigo. Questa è la situazione del tempo indeterminato per ora".

Il magazzino di Castelguglielmo e San Bellino, rappresenta il quinto centro di distribuzione aperto da Amazon in Italia, dopo i siti di Castel San Giovanni (Piacenza), Passo Corese (Rieti), Vercelli e Torrazza Piemonte.

Lo stabilimento costituirà un rilevante fattore di crescita economica e occupazionale per il territorio di Castelguglielmo, San Bellino e dei Comuni limitrofi. Il nuovo centro di distribuzione, situato a 25 chilometri da Rovigo, è equipaggiato con la più avanzata tecnologia di Amazon Robotics per migliorare ulteriormente le condizioni di lavoro dei dipendenti.