Di MASSIMILIANO MARIOTTI

Ascoli, 1 novembre 2017 – Buon compleanno Ascoli! Proprio il primo novembre 1898 nasceva la storica società bianconera. Un club poi destinato dagli anni '70, con l'avvento dell'era del 'Presidentissimo' Costantino Rozzi, a raggiungere i massimi livelli del calcio italiano con ben 16 stagioni di A e 21 di B (compresa quella attuale). Inizialmente nata come Candido Augusto Vecchi, l'Ascoli successivamente cambiò varie denominazioni come Circolo Sportivo Vigor, Unione Sportiva Ascolana e Società Sportiva Ascoli, prima di acquisire il nome di Del Duca Ascoli, Ascoli Calcio e l'attuale Ascoli Picchio.
Una gloriosa storia ultracentenaria che va avanti da ben 119 anni, nonostante il terribile momento del fallimento del 17 dicembre 2013 proprio alla vigilia della scomparsa di Rozzi, e che ha visto come protagonisti personaggi di spicco del calibro di Carletto Mazzone, Antonio Renna (il record del suo Ascoli '77-'78 è ancora oggi imbattuto nella B a 20 squadre quando le vittorie fruttavano 2 punti), Vujadin Boskov e Ilario Castagner. In campo impossibile dimenticare le emozioni prodotte al popolo bianconero dalle giocate e i gol di Renato Campanini (ribattezzato 'Faina'), Giuliano Bertarelli, Adelio Moro (recordman nella trasformazione dei calci di rigore in massima serie con una media infallibile: 10 su 10), Alessandro Scanziani, Walter Junior Casagrande (noto a tutti i tifosi come 'Casao'), Giuseppe Greco, Walter Alfredo Novellino, Bruno Giordano, Borislav Cvektovic (capocannoniere dell'edizione '86-'87 della Coppa dei Campioni con la maglia dello Stella Rossa di Belgrado), Oliver Bierhoff e i recenti volti di Christian Bucchi, Andrea Soncin, Mirco Antenucci, Marco Bernacci. Ultimo, ma solo in ordine temporale Daniele Cacia (ormai prossimo alla conquista del record di reti siglate in B).

Al Picchio Village invece stamattina è proseguito il lavoro della squadra in vista del prossimo delicato appuntamento che vedrà i bianconeri fare visita al Carpi. Dopo il ko di Bari (3-0) e le polemiche legate all'arbitraggio di Serra della sezione di Torino, il Picchio proverà subito a rialzare la testa provando a strappare punti al 'Cabassi'. Stamattina tutti gli elementi della rosa, eccezion fatta per il difensore Padella che si è sottoposto a terapie, si sono allenati regolarmente sotto le direttive dei tecnici Fiorin e Maresca. Parte del lavoro in campo è stato focalizzato sulla fase di finalizzazione e sulla tattica. Domani è prevista una nuova sessione di lavoro con inizio alle 10,30 sempre al Picchio Village.