Bologna, 7 dicembre 2017 - Pesanti disagi in tangenziale e nella Trasversale di pianura per la manifestazione di protesta in corso dei Cobas con la chiusura temporanea anche dell'entrata e dell'uscita dell'Interoporto. Traffico in tilt in tutta la zona compreso il tratto davanti al casello autostradale di Bentivoglio. I facchini dei Cobas protestano perché vogliono essere riconosciuti al pari dei sindacati confederati (Cgil, Cisl e Uil). Nel mirino dei lavoratori in realtà non ci sono le aziende, ma le cooperative in subappalto che prestano il loro servizio all’interno delle imprese, e che, a loro dire, non vogliono fare trattati.

«Ritengo molto grave quello che è accaduto: si fermano le attività proprio a ridosso delle festività, con l’unico obiettivo di danneggiare le consegne natalizie. Il ripetersi di questi blocchi sta creando non pochi problemi a tutto l’Interporto, nonostante non tutte le attività siano state fermate dai facchini». Così il presidente dell’Interporto di Bentivoglio, Marco Spinedi, aveva commentato l’ultima mobilitazione di ieri da parte dei Cobas. I facchini, infatti, avevano già bloccato i tir destinati alla Yoox, ai Grandi salumifici italiani e alla Camst creando caos anche nelle altre realtà industriali del colosso della logistica.

Ora il rischio è che si arrivi allo sgombero, anche perché le aziende non si possono permettere due giorni consecutivi di blocco delle merci.